Fiamma Torrese. Vujko fa il punto: “Percorso ancora lungo”

La centrale italo-croata, Marianna Vujko, ha fatto il punto della situazione in casa Fiamma.
L’esordio in campionato non è andato come speravate: quanta voglia di rivalsa ci sarà sabato?
“La prima di campionato è sempre un terno al lotto: puoi vincere come perdere, ma questo non delinea il profilo di una squadra. Sicuramente la prestazione non è stata delle migliori, è inutile nascondersi, però, da questa partita abbiamo capito quali sono i fondamentali da cui ripartire. Sabato, sicuramente, faremo di tutto per riscattarci”.
Prima gara della stagione al PalaPittoni: quanto conterà, da qui in avanti, il supporto dei tanti appassionati? 
“Il PalaPittoni è sempre stato ostico per gli avversari. Il nostro pubblico riesce a creare un ambiente caldo e darci il supporto di cui abbiamo bisogno. Invito tutti ad esserci perché dal primo punto avremo bisogno della voce dei nostri tifosi”.
Tanti volti nuovi nel roster, vi state pian piano conoscendo: dove può arrivare questa Fiamma?
“È prematuro fissare degli obiettivi dopo la prima di campionato. Siamo una squadra nuova e in questo momento dobbiamo ancora rodarci perché il margine di crescita c’è, anche se il percorso è lungo”.
A livello personale, cosa ti aspetti da quest’annata e quali obiettivi ti sei prefissata?
“Sono molto severa con me stessa e perfezionista, quindi punto sempre a dare il massimo. Al di là degli obiettivi stagionali, che come detto prima è ancora prematuro parlarne, uno dei miei obiettivi sicuramente è cercare di mettere la mia esperienza al servizio delle mie compagne e far sì che possano sempre contare su di me. Quando c’è alchimia e fiducia in una squadra, i risultati non tardano ad arrivare”.