FC Pompei, ridimensionamento vicino? Le cause della possibile scelta di Mango

La stagione della FC Pompei è ancora lunga e il campionato non è ancora finito, gli obiettivi sono ancora raggiungibili e la Serie D di certo non è un sogno impossibile. Negli ultimi giorni si è assistito al cambio in panchina, con Gennaro Scarlato che ha preso il posto dell’uscente Diego Armando Maradona Jr. Il nuovo allenatore ha iniziato il suo percorso con una schiacciante vittoria contro il Real Aversa Normanna, ma adesso dovrà provare a colmare il gap con l’Acerrana che è attualmente di 7 punti, difficile ma, ripetiamo, non impossibile con due giornate al termine del girone d’andata e tutto il ritorno da giocare.

Il presidente Francesco Mango ha nella sua testa la Serie D, lo certifica la campagna acquisti faraonica di questa estate. In queste categorie il salto può arrivare non solo tramite la vittoria del campionato, ma anche tramite i play off nonostante il cammino sia ricco di insidie. Quello che però fa riflettere è la questione stadio. Il Bellucci di Pompei è una struttura rinnovata da poco, con settore locali e ospiti, ben divisi, un sintetico di ultima generazione. L’interrogativo è: può ospitare la Serie D? Sembra di no, in primis per le dimensioni del terreno di gioco e poi perchè si va incontro a diverse normative per il massimo campionato dilettantistico nazionale.

Quindi quale sarà la soluzione per il futuro del Pompei? Premettendo che l’intento di Mango è quello di proseguire nella città mariana. Sembra che ci possa essere un possibile ridimensionamento dell’attuale progetto sportivo, proprio in virtù della questione stadio Bellucci, con il presidente pronto a salutare qualche protagonista dell’attuale stagione, senza “smantellare” la rosa.

Insomma, non resta che attendere sviluppi su questa vicenda.