F1. Webber chiude in grande stile: “Lascio ora che sono ancora al top”

Dopo dodici stagioni in Formula 1, domenica, quando si abbassera’ la bandiera a scacchi ad Interlagos, Mark Webber lascera’ la red Bull e l’intero Circus iridato per dedicarsi ad una nuova esperienza, guidare nel Mondiale Endurance con la Porsche e puntare al successo nella mitica 24 Ore di Le Mans. “Continuo a pensare che sto guidando bene, ma non voglio lasciare quando non saro’ piu’ in grado di farlo” dice il pilota australiano che, poi, riconosce come al termine del GP del Brasile saranno diversi i sentimenti che provera’. “Penso che domenica sara’ un po’ diverso, ma al momento la sento ancora come una gara normale – dice Webber -.
Non vedo l’ora che arrivi domenica per molti motivi, con l’obiettivo di spingere per ottenere un buon risultato, ma sono anche pronto a fermarmi e guardare avanti per l’inverno prolungato che affrontero’ e le nuove sfide che mi aspettano dietro l’angolo. Quando usciro’ dalla macchina domenica ci saranno un paio di cose che saranno per l’ultima volta, in termini di Formula 1, ma sono abbastanza rilassato e in attesa della gara” afferma Webber. “Penso ancora che ci sono in Formula 1 certe situazioni che sono super-gratificanti.
Ovviamente guidare la macchina al limite in certi luoghi e’ ancora molto soddisfacente, non ci sono dubbi. Suzuka, Spa, Montecarlo, partecipare alle qualifiche ed alle gare in alcuni circuiti e’ molto stimolante e gratificante, quindi questo mi manchera’ un po’. E’ inevitabile che perdero’ qualcosa, cone l’adrenalina ed il lavorare con persone come Adrian Newey, non si accade molto spesso. Ma arriva un momento in cui devi lasciare andare. Avro’ ancora avere buona adrenalina il prossimo anno con la Porsche”.
(AGI)