Europa League. Fiorentina, 3-0 di scioltezza sul Pandurii

Continua la cavalcata della Fiorentina in Europa. Dopo aver sconfitto nell’ordine Pa√ßos Ferrerira e Dnipro, i viola portano a casa altri tre punti grazie al 3-0 ottenuto al Franchi contro i rumeni del Pandurii. Dopo la ‘scorpacciata’ di domenica scorsa contro la Juventus, Montella presenta in campo una squadra rinnovata dal massiccio turnover, con Tomovic sulla fascia destra e Alonso su quella sinistra. In difesa torna titolare anche Compper. In mediana, scelte quasi obbligate visto la squalifica di Pizarro e l’infortunio di Ambrosini, mentre in attacco il tridente e’ quello formato da Joaquin, Matos e Iakovenko.
La prima azione piu’ pericolosa e’ pero’ firmata dagli ospiti con Eric Pereira. Al 3′, il 27enne brasiliano ci prova con una conclusione dalla distanza, ma la deviazione di un compagno con la schiena sporca la traiettoria e fa finire il pallone sulla traversa. In avvio la Fiorentina fa un po’ fatica viste le tante novita’ in campo, si ‘sveglia’ a cavallo di meta’ tempo e dopo un primo tiro volato alto, Joaquin si va apprezzare al 26′ con un gol-capolavoro per precisione e rapidita’ di esecuzione: l’ex Betis Siviglia riceve palla al limite dell’area, si gira e salta nell’ordine Christou ed Erico quindi in velocita’ supera anche il portiere Stanca e deposita la palla in rete a porta ormai sguarnita. I viola continuano a spingere e a questo punto sale in cattedra Matos: poco prima della mezzora il brasiliano arriva male di testa su invitante assist di Tomovic, ma al 36′ non si fa scappare la grande occasione quando sulla trequarti di sinistra ruba balla ad un avversario, punta il portiere e cerca di saltarlo una prima volta, Stanca rientra e a questo punto Matos lo batte con un esterno destro di pregevole fattura che di fatto chiude la prima frazione. Il tecnico ospite Pustai prova a dare maggior vitalita’ ai suoi all’inizio del secondo tempo buttando dentro Buleica e Nicoara, ma la Fiorentina gestisce bene il possesso palla e non abbassa il ritmo della partita. Il Pandurii si sbilancia spesso in avanti e i padroni di casa approfittano degli spazi concessi come al 14′ quando Alonso cerca la conclusione che pero’ finisce alta. La squadra rumena la sua grande occasione ce l’ha al 18′, ma la battuta di Eric Pereira da posizione centrale trova l’opposizione di Tomovic. Non sbaglia invece Cuadrado che sei minuti piu’ tardi chiude di fatto la partita: servito da Iakovenko, il colombiano calcia un diagonale forte di destro sul primo palo, Stanca (non esime da colpe, ndr) tocca ma non trattiene. La Fiorentina potrebbe trovare il poker al 29′, ma il colpo di testa di Iakovenko su cross dalla sinistra di Aquilani si stampa sulla traversa. Il finale e’ un assedio di marca viola inframezzato da qualche sortita rumena, e due ulteriori chance per il quarto gol arrivano sui piedi di Mati Fernandez: al 32′ la botta da fuori area si stampa contro un difensore, mentre al 38′ la punizione defilata dalla sinistra trova solamente l’esterno della rete.
Al terzo minuto di recupero il gran pallonetto di Cuadrado finisce sul palo, ultimo sussulto di una gran bella partita per gli uomini di Montella. (AGI) .

Condividi