Euro Cup. L’Acquachiara pesca il Volgograd. Porzio: “Chiederemo spostamento della sede”

La Carpisa Yamamay Acquachiara sperava in un derby nella semifinale di Euro Cup (“La doppia sfida tutta europea con il Posillipo avrebbe riempito la Scandone, sarebbe stata una grande festa dello sport napoletano”, si rammarica Paolo De Crescenzo) ed invece per i biancazzurri di De Crescenzo è uscito dall’urna del sorteggio questa mattina l’accoppiamento più sgradito, quello con i russi dello Spartak Volgograd: andata il 22 febbraio a Napoli, ritorno il 5 marzo in Russia. Sgradito perchè la città di Volgograd, come è noto, è stata teatro di attentati terroristici.

“Sono preoccupato – dice Franco Porzio, presidente onorario dell’Acquachiara -: giocare a Volgograd in questo momento è molto pericoloso. Parlerò con la Len e con il presidente Barelli e chiederò lo spostamento della gara di ritorno in altra sede: i nostri giocatori non possono correre rischi. Se lo spostamento non ci sarà, prenderemo in seria considerazione l’ipotesi di rinunciare a prendere parte alla semifinale”.

L’altra semifinale è Mladost-Posillipo, gara di andata in Croazia.

Ufficio Stampa Carpisa Yamamay Acquachiara

Condividi