Ercolanese. “A lezione di tattica da Squillante”, come è caduta la Nocerina

Il derby tra Ercolanese e Nocerina ha decretato un vincitore, l’Ercolanese, nel finale quando prima El Ouazni, su assist di Rossi, poi lo stesso Rossi hanno portato sul 2-0 per i padroni di casa.

Andiamo, però, ad analizzare le fasi tattiche della gara. Gigi Squillante si è schierato con il classico 4-3-3 con la difesa affidata a Rossi, Varchetta, Poziello ed Esposito. In cabina di regia Ausiello, con capitan Costantino e Vitiello ad affiancarlo. Davanti El Ouazni come vertice offensivo e a suo supporto Rekik e Sorrentino. Tra i pali, il solito Mascolo

Nel primo tempo la formazione granata si affida a pressing alto, rinunciando a giocare. Si aspetta la Nocerina, che con un 3-4-3 ben messo in campo cerca di portare il risultato dalla sua. I molossi provano a sbloccarla, ma solo un paio di occasioni possono far male agli uomini di Squillante.

Il risultato, però, non si sblocca. Anzi i padroni di casa sembrano anche in difficoltà. Per questo motivo Squillante inizia ad operare i cambi già al 10′ del secondo tempo. Il primo a fare il suo ingresso in campo è Giacobbe al posto di Sorrentino. Il cambio viene letto dai più come un tentativo di conservare lo 0-0, visto che i molossi stavano prendendo campo. l risultato tarda a sbloccarsi e al 15′ prima entra Minopoli e al 28′ poi fa in suo ingresso in campo Pastore al posto di Costantino. Il modulo cambia passando dal 4-3-3 canonico al 4-2-3-1. Rossi, adattato dal tecnico sarnese a fare il terzino destro, viene alzato a fare l’attaccante esterno, suo ruolo naturale. La formazione muta la sua faccia. Giacobbe si piazza dietro ad El Ouazni. E’ questo lo scacco dato alla Nocerina. Rossi inizia a pressare alto andando a coprire la fascia destra servendo poi al 31′ El Ouanzi che va a rete. Al 34′ c’è poi l’ultimo campo: entra Prisco, che in caso di mancato gol dei granata sarebbe entrato in campo prima. Proprio Rossi è colui che decide la partita: dopo l’assist arriva al 48′ anche il gol che consolida il risultato in favore dell’Ercolanese.

Il derby con la Nocerina è stata un dura prova, dopo il Portici, per la formazione granata, che avrebbe potuto risentire della vertiginosa vetta in solitaria. L’Ercolanese ha risposto bene e ha allungato ancora sulle favorite a vincere il titolo finale, confermandosi una formazione pronta a regalare un campionato dignitoso alla propria tifoseria. Si spengono le polemiche, si spengono le incertezze. La tifoseria, al Solaro, si è unita a sostenere il tecnico, che alla quarta va ad esultare sotto la sua curva.

Gianfranco Collaro