Empoli-Napoli 3-2. Le pagelle del disastro azzurro

Il Napoli crolla nella sfida del Castellani contro i padroni di casa dell’Empoli.

Ecco i voti e le pagelle degli azzurri:

EMPOLI

Vicario 6; Stojanovic 6,5, Viti 6,5, Luperto 6,5, Parisi 6 (61′ Cacace 5,5); Zurkowski 6,5, Asllani 6 (70′ Stulac 6), Bandinelli 6 (61′ Henderson 7); Verre 6 (66′ Bajrami 6); Cutrone 6,5 (66′ Di Francesco 7), Pinamonti 8. All. Andreazzoli 7

NAPOLI

Meret 3,5: Lo 0,5 è di “stima”. Si oppone alle conlusioni facilissime, non può nulla su Henderson, ma è suo il disastro che porta al pareggio dell’Empoli, che trova il coraggio di vincerla.

Zanoli 5: Timido e poco incisivo, non è al meglio e si vede. Il suo match dura un tempo. Dal 46′ Malcuit 4: Su l’errore che innesca l’azione della prima rete dei toscani, per il resto non aiuta mai.

Rrahmani 4,5: Gara piena di sbavature sia sul pari e sia sul vantaggio, ci mette del suo in negativo in più di una circostanza. Si fa sempre scavalcare, basta chiedere a Pinamonti.

Juan Jesus 4,5: Distratto come Rrahmani, sbaglia qualche lettura e poi sparisce dal gioco, con rigraziamento spaciale dell’Empoli

Mario Rui 5,5: Tanto impegno da parte sua anche in fase di costruzione, cerca di aiutare in difesa.

Anguissa 5: In una condizione non ottimale ed è evidente, non riesce mai a prendere il centrocampo.

Fabian Ruiz 4,5: Si rivede il centrocampista che non apprezzavano in quel di Napoli, anzi in campo non si vede proprio.

Lozano 6: Un assist che porta al vantaggio azzurro e una buona prova da parte sua. Dal 68′ Zielinski 4: Anche lui si starà chiedendo il senso del suo ingresso. Non riesce a cambiare passo e nemmeno ad aiutare la squadra

Mertens 6: Un barlume di luce nella prestazione oscura dei partenopei. Dal 77′ Politano SV

Insigne 6: Si vede poco ma riesce ad incidere con la rete del raddoppio, sfiora la terza rete degli azzurri e poi il crollo di squadra. Dall’85 Ounas SV

Osimhen 5: Qualche buon inserimento, poi il nulla. Sempre impreciso e poco incisivo.

All. Spalletti 4: Sulla scia delle “figate” dopo l’Empoli si “sente addosso” l’odore dalla sconfitta. Il suo Napoli in meno di un mese butta tutto alle ortice e come dice il tecnico di Certaldo, le colpe sono dell’allenatore.

LEGGI ANCHE