Empoli-Juve Stabia 2-1. Vespe a testa alta dal Castellani, decisivo il penalty di La Gumina

La Juve Stabia fa il suo esordio in Serie B con una sconfitta. Nonostante la buona prestazione, le vespe di mister Fabio Casertana cadono allo stadio Carlo Castellani contro l’Empoli di Cristian Bucchi. I padroni di casa si aggiudicano il match per 2-1 grazie alle reti firmate da Bandinelli e La Gumina, quest’ultimo decisivo su un penalty dubbio.

INIZIO DA INCUBO PER LA JUVE STABIA

Il match per la squadra padrona di casa di mister Cristian Bucchi inizia subito in discesa. Impiega solo due minuti la compagine toscana per mettere subito le cose in chiaro grazie ad una botta al volo di Filippo Bandinelli. L’ex Benevento sfrutta la sponda di Moreo per impattare la sfera con il suo sinistro magico che non lascia scampo a Branduani. Approccio ottimo del club toscano che con prepotenza schiaccia la Juve Stabia nella propria metà campo. Dopo un inizio prettamente a tinte azzurre, al quarto d’ora le vespe provano timidamente a farsi avanti con Canotto, ma il tiro del calciatore gialloblù è facile preda di Brignoli. A dimostrare di saper far male, però, è ancora l’Empoli. Infatti, al 19′ sono nuovamente i toscani ad andare ad un passo dal gol con Mancuso che da grande posizione si divora la palla del 2-0 servita dalla destra da Dezi. A provare a guidare la riscossa gialloblù è ancora Canotto, ma Brignoli ancora una volta neutralizza il destro del giocatore ex Trapani. Al 36′ sono i toscani a farsi vedere nuovamente con Bandinelli, sinistro sterile questa volta per il centrocampista azzurro. Poco dopo è Dezi che mette i brividi ai gialloblù con una conclusione di prima intenzione, ma Branduani tiene a galla i suoi. √à dell’ex Napoli l’ultima giocata degna di nota della prima frazione.

UNA JUVE STABIA INTRAPRENDENTE AD INIZIO RIPRESA NON BASTA

Approccio ben diverso nella ripresa della Juve Stabia di mister Fabio Caserta. Le vespe con grande intraprendenza e un pizzico di cattiveria si fanno avanti a caccia del pareggio. Ma le sortite dei gialloblù non impensieriscono affatto gli uomini di Cristian Bucchi. Dopo aver retto alle offensive gialloblù, i toscani riprendono in mano la scena. La squadra di Bucchi si fa vedere con Leo Stulac. L’ex Parma prova la bordata dal limite, ma la sfera si spegne sul fondo. Poco dopo a provarci è Mancuso con un pericoloso diagonale, Branduani si salva in angolo. Al 56′ è ancora l’Empoli a far tremare la Juve Stabia con una stoccata di testa di Dezi. Il centrocampista degli azzurri sfrutta il bel cross di Balkovec per staccare di testa, ma la sfera termina in out.

LE VESPE RITROVANO LA LUCE CON CISS√à, MA UN PENALTY DUBBIO RIPORTA NELL’ABISSO I GIALLOBL√ô

La Juve Stabia sfrutta la troppa leziosità sotto porta dell’Empoli per riacciuffare la gara. Con grande cuore e forza di spirito, i gialloblù agganciano il pari grazie al duo Di Gennaro-Cissè. L’ex Salernitana pennella per la possente punta gialloblù che da ottima posizione buca Brignoli. Subito dopo la rete del pari firmata da Cissè, i toscani si riportano in vantaggio grazie ad un penalty concesso dal direttore di gara per un dubbio fallo di mano di Troest su La Gumina. A partire dal dischetto è lo stesso La Gumina che non lascia scampo a Branduani.

FINALE ARREMBANTE DELLE VESPE, MA L’EMPOLI SERRA I RANGHI E PORTA A CASA IL RISULTATO

Veementi gli attacchi nel finale della Juve Stabia. I gialloblù si gettano alla ricerca disperata del pareggio. Ma nulla da fare, l’Empoli serra i ranghi, portando a casa la prima vittoria in campionato, la terza di fila con le due ottenute in Coppa Italia.

IL TABELLINO DEL MATCH

EMPOLI-JUVE STABIA 2-1 ( 1-0 pt)

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli, Veseli, Romagnoli, Nikolau, Balkovec, Dezi (82′ Gazzola), Stulac, Bandinelli, Laribi (72′ Frattesi), Mancuso (57′ La Gumina), Moreo.

A disposizione: Meli, Provedel, Donati, Bajrami, Frattesi, Piscopo, Gazzola, Jakupovic, Cannavò, Ricci, Pirrello, La Gumina. Allenatore: Cristian Bucchi.

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani, Vitiello, Tonucci, Troest, Germoni, Addae, Calò (81′ Elia), Carlini (59′ Di Gennaro), Melara, Rossi (65′ Cissè), Canotto.

A disposizione: Esposito, Russo, Fazio, Lia, Todisco, Mallamo, Di Gennaro, Mezavilla, Elia, Boateng, Cissé. Allenatore: Fabio Caserta.

Direttore di gara: Luca Massimi della sezione AIA di Termoli.

Assistenti: Luigi Rossi di Rovigo — Giuseppe Macaddino di Pesaro.

Quarto uomo: Matteo Gariglio di Pinerolo

Ammoniti: Bandinelli (75′), Germoni (83′)

Marcatori: Bandinelli (2′), Cissè (74′), La Gumina (80′)

Tiri: 11-5

Tiri in porta: 5-4

Corner: 1-0

Recupero: 1′ (pt), 4′ (st)