DHS Napoli C5. Le doppiette di Carlos e Fornari nel test con l’Aesernia

Aveva lasciato un ottimo ricordo, ai tempi del Vesevo. Ora è tornato, più determinato e grintoso di prima, con la voglia di riprendere dal punto esatto in cui la sua storia con Napoli si era interrotta. Jader Fornari si è ripreso la sua maglia azzurra e il suo posto nel cuore dell’area avversaria. Suoi i due gol che hanno aperto l’amichevole con l’Aesernia, terza uscita precampionato per Botta & Co., vincitori per 6-1 sui molisani. Lo ascoltiamo a fine gara, a terra, stremato, mentre recupera le energie. A Napoli ero stato benissimo ‚Äì dice Jader ‚Äì e mi ero ripromesso di tornarci appena si sarebbe presentata l’occasione giusta. L’occasione è arrivata qualche settimana fa, ma il mio ritorno è stato molto difficile. Sono sincero: fino a dieci giorni fa non ci credevo più nemmeno io, perch√© gli ostacoli da superare erano troppo grandi. Poi però la società ha fatto un grande sforzo, mi ha voluto ad ogni costo e adesso sono qui. Voglio ripagare la dirigenza con un grande campionato. Obiettivi? Tanti. Sarà una stagione difficile. Prevedo un campionato molto equilibrato, nessuna squadra farà il vuoto, saremo tutti molto vicini perch√© i valori sono altissimi. Da quello che ho potuto vedere nei primi allenamenti, devo dire che siamo un’ottima squadra, con tante soluzioni. Anche davanti il mister può cambiare spesso gioco, con me che magari sono un pivot classico e Josè Carlos che invece è più mobile e veloce. Abbiamo le carte in regola per fare bene.

Come accennato, il Fornari 2.0 si è aperto benissimo, con le due reti che hanno bucato l’ex Bragaglia in avvio: la prima con un missile su punizione, la seconda da opportunista d’area dopo un rimpallo. Nel mezzo, il pareggio ospite siglato da Sartori, per una prima frazione di gioco che si è chiusa sul 2-1 per la squadra di Oranges (si sono disputati due tempi da 30′). Nella ripresa è emerso il maggior tasso tecnico azzurro, con il tecnico partenopeo che ha gestito tutti gli effettivi a disposizione. Ottime le trame di gioco. Al 33′ Josè Carlos sigla il tris azzurro, ribandendo in rete dopo una corta respinta di Bragaglia su sinistro secco di Bico. Il poker, al 38′, è opera di Roque Sartori, agevolato però da una deviazione di Cucolicchio che mette fuori causa il portiere isernino. Dopo una traversa scheggiata dallo scatenato Fornari, arriva anche il 5-1 con Rodrigo Bertoni, bravo a pressare alto l’ex Melise, rubargli palla e battere ancora Bragaglia. Il finale di gara è invece un copyright di Josè Carlos: l’iberico prima centra una traversa, poi conclude al volo uno splendido fraseggio per la rete del 6-1 che chiude le ostilità.

Assenti i nazionali Frosolone e Arillo. Prime verifiche per Vincenzo Milucci, tornato anzitempo dal ritiro azzurro a causa di un infortunio. Riposo assoluto per lui fino a luned√¨, in attesa di esami più approfonditi. Si sospetta un’elongazione muscolare.

DHS NAPOLI CALCIO A 5 – AESERNIA C5 6-1 (2-1 P.T.)

DHS NAPOLI C5: Garcia Pereira, Simeone, Rocha Cristian, Botta (K), Rocha Rodrigo, Roque Sartori, Bico, Campano, Galletto, Pipolo, Pedaleira, Lucho Gonzalez, Josè Carlos, Fornari.

ALL. Ivan Oranges

AESERNIA C5: Bragaglia, Russo, Cucolicchio, Tadeu Sartori, Sepe, Melise, Palumbo, Valletta, Dario Lopez, Di Tata, Fusco, Vacca.

ALL. Massimiliano Matticoli e Fausto Scarpitti

RETI: 1¬∞ T Fornari (N), Sartori T. (A), Fornari (N); 2¬∞ T Josè Carlos (N), Sartori R. (N), Rocha Rodrigo (N), Josè Carlos (N)

Condividi