L’ex dg della Vis, De Lucia: “Fare calcio a San Nicola è stato bello!”

Un ospite di prestigio mercoled√¨ scorso negli studi di via Bronzetti. L’ex direttore generale della Vis San Nicola Enzo De Lucia terminata lo scorso anno l’esperienza sannicolese volutamente è rimasto alla finestra sempre legato ai colori della Vis e rallegrandosi per l’avvenuta salvezza contro l’Atletico Vesuvio. Sembrano passati secoli ma solo pochi mesi dopo ed ecco la scomparsa del calcio cittadino:una perdita che fa male ancora oggi per via dei tanti ricordi legati a quella maglia. Sono nate tante belle amicizie che durano ancora, nella mente di tutti la splendida rincorsa in promozione fino alle gare decisive per il salto in eccellenza. Enzo De Lucia commenta il cammino delle casertane provando una grande nostalgia quando ricorda il recente passato:Per me va bene quando si fa calcio :ora c’è la prima categoria. Essendoci stato in mezzo conosco i sacrifici che ci vogliono per una squadra di calcio. Parlano i numeri e gli anni che una persona che fa calcio. Michele Aletta e’ una bella garanzia. Parliamo della Vis e la sua scomparsa:una causa primaria è stata la causa campo. Tante promesse venute meno e problematiche per l’amministrazione. Un po’ di calcio si e’ fatto:eravamo degli amici al bar che iniziavano . Parlo da cittadino sannicolese. Tutti devono applaudire Fabio Martire e Giovanni Desiato . Andammo via dieci anni fa dalla promozione :tutti ci volevano attaccare. Per otto anni tranne la società che anche oggi fa la prima categoria sono rimasti costanti. Persone che volevano dare un calcio migliore del nostro non ci sono riusciti. Alla fine il calcio l’hanno espresso Desiato,Martire e il gruppo attuale della prima categoria. Li ammiro:l’importante che si faccia calcio. Il settore giovanile Desiato dimostra di saperlo fare in certo modo. Col calcio non si guadagna. Tante famiglie vogliono che i figli si divertano ma non hanno la forza per la retta mensile. Desiato fa sacrifici per il sociale e persone cui stringere la mano sempre. Con Giovanni Sannazzaro ci sentiamo sempre ogni giorno: ha voglia di allenare. Sta aspettando qualche chiamata .Una persona che vice di calcio non può affidarsi a persone che promettono aria fritta. Negli anni passati ha vissuto qualche esperienza negativa ma prima di accettare vuol sondare con chi ha a che fare. Ci sono ottime squadre sia in promozione che eccellenza. Il San Marco Trotti ha perso qualcosa ,ci sono squadre che lottano per il vertice come in promozione. Parliamo di tante societa’ che sanno fare calcio. Rimasto in ottimi rapporti con tutti, ho la fortuna di avere a che fare con persone perbene. Ovvio che dopo la Vis manca il mondo del calcio:sono anni che ci sto dentro. Farlo a San Nicola e’ stato bello. Non lo faccio per soldi. Faccio calcio per passione. Non amo far brutta figura. Sei la persona che fa da tramite col presidente per far mantenere gli impegni. Bello il clima di stasera in radio con i bambini che si divertono

MARIO FANTACCIONE