Dalla Neapolis alla Virtus Goti, Simonetti e il mercato: “Io, raggirato”

Dalla Neapolis alla Virtus Goti, Gennaro Simonetti accusa Gravagnoli: “Sono stato raggirato”.

La Virtus Goti si arricchisce di un difensore di esperienza, che ha trascorso gran parte della carriera tra la Serie D e l’Eccellenza. Stiamo parlando di Gennaro Simonetti, difensore centrale classe ’85. Stagione iniziata alla Viribus Unitis, in Promozione, sotto la guida d Dino Pezzella. Il tecnico poi ha scelto di dimettersi a causa dei problemi con il campo.

A dicembre l’addio con i rossoblù di Somma Vesuviana e un corteggiamento serrato da parte di molte squadre, tra cui la Neapolis: “Ho scelto il progetto dei presidente La Peccerella perchè erano al primo posto, vicino a casa e con il lavoro era una scelta comoda e interessante. Ma non è andata bene. Sono stato raggirato”.

Un’accusa pesante da parte dell’ex calciatore della Palmese, che spiega: “Sono stato contattato prima dell’inizio del calciomercato per chiudere prima dell’inizio ufficiale. Era il 30 novembre e ci siamo incontrati il 2 dicembre. Davanti al mister Troise, ho parlato con Gravagnoli. Con l’ormai ex direttore sportivo della Neapolis ho trovato l’accordo per firmare. Avevo un accordo su tutto, anche sull’anticipo che avevo chiesto come garanzia. Il giorno dopo sono sceso in campo contro la Sessana. Ho giocato nonostante difficoltà di organico, e io fossi sotto antibiotici e febbricitante. Il lunedì ci siamo incontrati, ma i presidenti non c’erano al campo.

“Dovevo avere l’anticipo e sono stato rimandato a mercoledì. Quel giorno sono andato, nonostante Gravagnoli non ci fosse e ho parlato proprio con i presidenti La Peccerella. Sono caduti dalle nuvole. Non sapevano nulla dell’accordo economico e di come avrebbero dovuto pagarmi, compreso l’anticipo. Il giorno dopo, il direttore mi ricontatta per dirmi che l’accordo era saltato: non i dirigenti non potevano rispettarlo, accusandoli di aver fatto finta di nulla, ma che in realtà erano a conoscenza di tutto”.

A stretto giro Gravagnoli e Troise, assieme ad alcuni calciatori hanno lasciato la squadra grigio oro: “Mi sono ritrovato alla fine di dicembre a dover cercare una squadra per evitare di restare fermo. Ho trovato il progetto Virtus Goti, che mi ha interessato molto e mi ha sorpreso. La presidente Dolores Simeone e tutto lo staff dirigenziale sono di altra categoria. Rngrazio per l’opportunità datami e spero vivamente di ricambiarla, perchè credo che questa società meriti davvero molto”.