Dalla coppa al campionato, a tu per tu con Christopher Pelliccia: “Ecco i miei favoriti”

Lasciato il San Pietro per motivi personali e qualche divergenza di vedute, Christopher Pelliccia continua a seguire il calcio campano da spettatore. Nella serata di oggi sono in programma le partite di ritorno della semifinale di Coppa Campania di Prima Categoria.

Da un lato la Frattaminorese e il Cellole che ripartono dallo 0-0 dell’andata, mentre dall’altra il Terzino e il Massa Lubrense che, invece, vede avvantaggiato proprio il team rossonero vincente di misura: “Conosco bene il Terzigno che abbiamo affrontato qando ero all’Arzano e subito si è dimostrato subito una club ostico e difficile da affrontare -commenta ai nostri microfoni Christopher Pelliccia- Lo stesso si può dire per la Frattaminorese, con Ciocia tra gli altri, in testa alla classifica. Anche Massa Lubrense è in testa alla classifica e il Carinola a due punti dalla zona play-off. Sono due match difficilissimi e da seguire con attenzione. Sarà una sfida davvero tosta. In ogni caso sono sicuro che saranno due partite bellissime, in bocca al lupo a tutte e che vinca il migliore”.

Per quel che riguarda un pronostico sulle finaliste: “Vedendo i risultati dell’andata sicuramente vedo favorito il Frattaminore, un po’ più di incertezza nell’altra partita perché sono due squadre molto forti. Comunque in entrambi i casi può succedere di tutto”.

Guardando nel campionato. Nel girone B ci sarà il derby di Arzano, ma la classifica si spetta al sesto posta, dove il Quarto si tiene lontana dieci punti dall’inseguitrice: “All’andata fu una bellissima partita. Le due squadre sono divise da pochi punti e un derby è sempre bello. Che vinca il migliore. Per la vittoria vedo sicuramente il Capri favorito ma lo Sporting Barra e l’Anacapri non sono da sottovalutare. Poi ci sono quarto Maued ed Afragola a contendersi i play-off e in questo senso può succedere di tutto. In zona retrocessione è ancora tutto da decidere, ci sono ancora tempo e punti per salvarsi”.

Una chiusura con un pensiero a Vincenzo Fiorito e  Marcantonio De Falco, recentemente scomparsi: “Un pensiero per due persone perbene e di sport. Marcantonio era una persona sempre sorridente e solare. Una persona che anche se non lo conoscevi profondamente si vedeva il suo grande cuore. Di Fiorito ho un ricordo che mi rimarrà impresso per sempre. Nel nostro ultimo incontro vedevo un uomo che affrontava la malattia come la cosa più normale del mondo. Sorridente, con una forza immensa mi disse, mister che facciamo? C’è solo una cosa da fare lottare! Quelle parole mi resteranno per sempre dentro e lo prenderò come monito per la vita. Una persona eccezionale, una grande perdita”