Coppa Italia. Virtus Scafatese-Calpazio 2-0. Marcucci regala la vittoria ai gialloblù

VIRTUS SCAFATESE – CALPAZIO: 2 – 0

MARCATORI: 33′ rig, 89′ Marcucci

VIRTUS SCAFATESE (4-4-2): Gallo; Somma, De Bellis, Abate, Gaudieri (56′ Colantuono); Galdi (56′ Ascione), Amarante (66′ Avino), Maio, Natino; Aiello, Marcucci. A disposizione: Borriello, Malafronte, Ferrentino, Garello. All. Pasquale Esposito

CALPAZIO (4-4-1-1): Bufano; Discepolo, Vertullo, Di Poto, Montera; R. D’ Angelo (56′ Forlano), D’ Andria, Bencardino, Frunzo (78′ Marino); Vivona (66′ Di Marco); A. Pecora. A disposizione: Calamusa, Vicidomini, G. D’ Angelo. All. Ennio Polverino

ARBITRO: Alessio Mazzarella di Benevento

NOTE: Ammoniti: Somma (VS), Discepolo, Montera, Bencardino, D’ Andria, Frunzo (C). Corner: 8 – 2. Recuperi: 0’pt, 3’st. Spettatori 200 circa.

Risultato positivo per la Virtus Scafatese in Coppa Italia, per effetto della doppietta del solito Marcucci, sempre più trascinatore. Anche se il risultato di 2 – 0 non consente di stare del tutto tranquilli nella trasferta di ritorno, quanto meno è un toccasana in vista del big match di Sabato contro la neocapolista Sarnese. La squadra del tecnico Esposito non ha certo brillato, ma grazie ad un rigore trasformato da Marcucci ed un colpo di testa nell’ arietta piccola, sempre dello stesso, si è riusciti a centrare l’ obbiettivo della vittoria. I padroni di casa devono fare a meno, per squalifica, del capitano Cirillo, rimpiazzato da De Bellis, le altre novità sono Maio al fianco di Amarante con Memoli in tribuna, Galdi dal primo minuto al posto di Ferrentino e chance anche per Aiello in attacco. Pronti via Marcucci scalda i guantoni all’ estremo avversario con un tiro a giro sventato in corner. Squadra lunga e reparti distanti, favoriscono le ripartenze agli ospiti come al quarto d’ ora quando Frunzo coglie impreparato Somma, che sembrava in vantaggio, sul lancio lungo prende la scia e gli ruba il tempo ma a tu per tu con Gallo conclude a lato sfiorando l’ esterno del legno. Quest’ oggi sono i lanci dalla mediana a caratterizzare la manovra gialloblu, ci prova Amarante per Marcucci che da posizione defilata spara alto. Alla mezz’ ora Esposito inverte gli esterni Natino-Galdi, causa carenza di cross. Minuto 33′ protagonisti proprio i due, con Galdi che da corner batte corto servendo Natino il quale ingaggia un duello in aria e viene atterrato da Discepolo, il direttore di gara non ha dubbi ed assegna il penalty, dagli undici metri il cecchino Marcucci non sbaglia, 4 penalty su 4. Alla ripresa girandola di sostituzioni, Galdi e Gaudieri stremati lasciano spazio ad Ascione e Colantuono, il tecnico ospite risponde con Forlano per R. D’ Angelo, dando una spinta maggiore sui laterali. Al quarto d’ ora la Calpazio va vicina al pari, proprio Forlano approfitta di una delle poche amnesie difensive di Abate, ma giunto in aria Gallo lo ipnotizza in uscita sventando il pericolo. La gara poi piomba in stallo, con le due squadre ad affrontarsi soprattutto a centrocampo, poco spettacolo e molti errori per gli spettatori del Comunale. Le emozioni arrivano sul finale con Marcucci che su un ottima punizione dai 25 metri impegna Bufano con i pugni in corner. La risposta notevole degli ospiti con Bencardino che offre un assist al bacio per il neo entrato Di Marco che spreca, solo in piena aria di rigore, mandando la palla alta. All’ 89′ poi arriva il sigillo del rapace Marcucci che finalizza, di testa, una sovrapposizione dalla sinistra asse Colantuono-Ascione, quest’ ultimo serve il compagno con un tocco morbido, il numero 11 gialloblu non fallisce e fa il “13”, reti stagionali. Dunque una vittoria che da linfa vitale a tutto l’ ambiente, di certo la consapevolezza che a Sarno servirà una prova maggiore per dimostrare di poter puntare sul serio a certi obbiettivi.

Condividi