Coppa Italia. Savoia-Marcianise 6-5 dcr. Le pagelle degli oplontini

Le pagelle dei calciatori oplontini al termine del match di Coppa Italia contro il Marcianise:

MAIELLARO 8: Serata da incorniciare per il giovane portiere dei biancoscudati, che risulta decisivo con le sue parate in più di un’ occasione, parando anche un rigore al 18′ e neutralizzandone altri alla lotteria dagli undici metri.

MOCERINO 6: Alti e bassi per il terzino destro del Savoia, che salva un gol sulla linea di porta; svolge il suo compitino spingendo molto sulla fascia di competenza e servendo a Del Sorbo l’assist del momentaneo pareggio. Sfortunato nella deviazione che regala il secondo vantaggio al Marcianise.

PANARIELLO 4,5: Gara da dimenticare per il numero 3 dei bianchi; spesso si fa trovare fuori posizione concedendo troppi spazi ai calciatori gialloverdi, che ringraziano.

CRISCUOLO 6: Buona gara per il difensore; prima da capitano. Lotta, contrasta e fa ripartire l’azione. Non si tira mai indietro anche se subisce la velocità degli avversari.

TERRACCIANO 6: Qualche svista di troppo; soffre un po’ la rapidità di Allegretta e Tenneriello, cresce durante la gara e si rende protagonista di buone chiusure. Non male per un rientrante.

RUSCIO 5,5: Inizia bene, fa a botte sulla mediana per tutto il primo tempo; nella ripresa cala e viene sostituito. Dal 68′ Meloni 7: E’ un bomber di razza e si vede; con lui in campo la musica cambia. Segna il gol del pareggio allo scadere e realizza il secondo rigore della serie. Quando si dice il gol nel sangue.

DI PIETRO 6: Non si vede molto ma c’è. Fa tanto lavoro sporco, recupera palloni e rincorre gli avversari; qualche fallo di troppo figlio soprattutto della stanchezza. Tutto sommato sufficiente.

BIZZARRO 6: Corre tanto sulla fascia di competenza, anche lui ha i suoi momenti di pausa; nel secondo tempo, sia per stanchezza che per merito degli avversari, si assenta un po’ dal gioco. Feola se ne accorge e lo richiama in pachina. Dal 68′ Scarpa 7: Spinge tanto. Ottime le sue accelerazioni sulla fascia, ci mette grinta e personalità. Segna il rigore che regala ai bianchi il passaggio del turno.

LONGO 5,5: Il peso della maglia si fa sentire; non entra in partita ma si rende autore di qualche buona giocata ma nulla più. Nella ripresa viene sostituito. Dal 58′ Tiscione 6,5: Con lui in campo si nosta subito la differenza: velocità, tecnica e dribbling. Se la velocità è il marchio di fabbrica del Marcianise, il folletto biancoscudato non è certo secondo a nessuno. Realizza il quarto rigore della serie.

ESPOSITO 6: Un po’ come tutto il centrocampo soffre la velocità degli avversari. Si impegna ma solo qualche discreta giocata, poi nulla più.

DEL SORBO 7: Il gol in rovesciata vale il prezzo del biglietto. Viene schierato come punto di riferimento d’attacco e non fa rimpiangere Meloni. Lotta, gioca di sponda ed è pericoloso in più di un’occasione.

MISTER FEOLA 6,5: Cambia dieci undicesimi rispetto alle formazioni viste nelle ultime gara di campionato; la squadra si impegna e dà il massimo. Nella ripresa butta nella mischia Meloni, Tiscione e Scarpa, riuscendo ad ottenere il pari e poi la vittoria dagli undici metri.

Condividi