Coppa Italia. Miano-Neapolis 4-2. Amirante: “Raggiunto un traguardo importante”

Dopo una gara vibrante, emozionante e combattuta, è il Miano ad approdare alle semifinali di Coppa Italia ai danni di un Neapolis mai domo che esce, vinto e non sconfitto, con l’onore delle armi. Partono subito forte i leoni mianesi che devono ribaltare lo 0-1 dell’andata subito in casa della cugina Neapolis. Al 7′ un episodio determinate per le dinamiche del match. Ferraro supera in velocità il suo diretto avversario, entra in area e viene atterrato nell’area di rigore da Iervolino. Il signor Monda di Napoli decreta il rigore giustamente ed espelle quale ultimo uomo il difensore degli ospite. Lo stesso Ferraro è abile a spiazzare Macr√¨ che non può nulla. Uno a zero per i locali e qualificazione riaperta. Il Neapolis ribatte colpo su colpo. Al 15′ Zavarese ci prova dalla distanza, S. D’Andrea si fa trovare pronto bloccando con sicurezza l’insidia. Al 23′ sugli sviluppi di un corner calciato da Attore irrompe sul primo palo Silvestre che stacca di testa ed infila in rete sul secondo palo un Macr√¨ proteso in tuffo. Gioia in casa mianese per il raddoppio. Sulle ali dell’entusiasmo i ragazzi di mister Esposito premono sull’acceleratore. Al 26′ ci prova Carmine Liccardi dalla distanza, Macr√¨ neutralizza in due tempi. Al 39′ è Attore ad avere una favorevole occasione, Macr√¨ si supera respingendo il pericolo. Al 41′ arriva il terzo gol dei locali: sempre da calcio d’angolo, su schema preparato, arriva Silvestre che, sempre di testa, batte imparabilmente l’estremo difensore ospite. Il Neapolis, però, nonostante il passivo e l’inferiorità numerica non si da per vinta dimostrando grande tenacia. Al 43′ su calcio di punizione calciato da Paradiso, sul secondo palo arriva il neo entrato Matrecano che con una bella mezza girata batte l’incolpevole S. D’Andrea per il gol del 3-1. I giochi sono riaperti. Nella ripresa la prima azione degna di nota arriva al 50′ con Di Pietro il cui diagonale si perde di poco a lato. Al 63′ suglis viluppi di un corner calciato dai grigio oro (oggi in maglia nero verde, ndr), il signor Monda di Napoli ravvisa un fallo di mano in area di Masturzo. Penalty che V. D’Andrea è bravo a tramutare in gol battendo e spiazzando il fratello S: D’Andrea, estremo difensore dei locali. Qualificazione in mano, ora, al Neapolis. Al 65′ secondo giallo a Di Girolamo e parità numerica ristabilita. Al 69′ con un tiro fulmineo in area di rigore Di Pietro realizza quello che sarà il gol qualificazione. La gara è vibrante con diversi capovolgimenti di fronte. Il Neapolis però non crea problemi a S. D’Andrea, mentre i locali con rapidi contropiedi ha in più occasioni la possibilità di aumentare il bottino di gol. Diverse parate di Macr√¨ su conclusioni di Narciso e Di Pietro ma alla fine il risultato si fissa sul punteggio di 4-2 con qualificazione storica alle semifinali da parte del Miano.

 

Nel post gara felicità per il traguardo raggiunto nell’entourage rossoblu come si evince dalle parole del direttore sportivo Amirante: Abbiamo raggiunto un traguardo importante che gratifica il lavoro del mister Esposito con il suo staff e tutti questi ragazzi, con qualche calciatore di grande esperienza che fa da chioccia, che stanno facendo sacrifici non da poco. Nonostante le difficoltà societarie stiamo portando avanti questa squadra con grande abnegazione e con risultati importanti. Fino a questo punto della stagione tutti gli obiettivi prefissati li stiamo mantenendo con grande bravura. Stiamo valorizzando tanti giovani interessantissimi, abbiamo raggiunto le semifinali di Coppa Italia. Su 96 squadre ci siamo posizionati tra le prime quattro dando valore al lavoro svolto da noi tutti

 

MIANO 4-2 NEAPOLIS

MIANO: S. D’Andrea, Silvestre, Di Girolamo, Ca. Liccardi, Pellecchia, Masturzo, Attore (59′ Astro), Principe, Di Pietro, Narciso, Ferraro (12′ Pugliese, 70′ Perinelli). A disposizione: Izzo, Lombardi, Mancini. Allenatore: Esposito.

NEAPOLIS: Macr√¨, De Palma, Montariello, Paradiso, Maraniello (13′ Coppola, 73′ Fiore), Iervolino, Pengue, Bevo (42′ Matrecano), V. D’Andrea, Zavarese, Romano. A disposizione: Speranza, Vivenzio, Ci. Liccardi, Gallo. Allenatore: La Peccerella.

ARBITRO: Monda (Napoli).

ASSISTENTI: Portella e Sepe (Frattamaggiore).

RETI: 8′ (rigore) Ferraro (M) ; 23′ e 41′ Silvestre (M) ; 43′ Matrecano (N) ; 63′ (rigore) V. D’Andrea (N) ; 69′ Di Pietro (M).

NOTE: spettatori 50 circa ; angoli 5-1 ; espulsi al 7′ Iervolino (N), al 65′ per doppia ammonizione Di Girolamo (M) ; ammoniti Di Girolamo, Principe (M), Paradiso, Zavarese (N).