Coppa Italia. Domani il Casagiove va a far visita al Forza e Coraggio

Neanche il tempo di rifiatare che l’Hermes Casagiove ritorna in campo per la seconda giornata del Girone 1 della Coppa Italia di Eccellenza & Promozione. Domani pomeriggio alle 16, la compagine del presidente Michele Corsale farà visita alla Forza & Coraggio all’interno dell’impianto Mellusi 1 di Benevento. A tre giorni dal pareggio convincente contro il San Marco Trotti, unica selezione di questo mini raggruppamento a disputare l’Eccellenza, Raffaele Papa & soci si preparano ad affrontare il sodalizio sannita che è ripartito qualche anno fa dalla Seconda Categoria, dopo che nella primavera del 2011 è stato sfiorato il salto in Lega Pro. Nell’attuale stagione la squadra beneventana, nata intorno alla parrocchia di San Modesto, parteciperà al Girone C di Promozione e già in tanti la identificano come cavallo vincente in un raggruppamento che vede ben attrezzato anche il Cervinara dell’ex Casertana Francesco Mortelliti. Massimo Taddeo riveste non solo il ruolo di presidente ma è anche uno dei calciatori del roster, con un vizio del goal che si è portato sempre appresso. Per tornare quanto prima nelle categorie che contano, egli ha richiamato diversi atleti che hanno già condiviso diverse esperienze comuni e li ha messi a disposizione del tecnico Pasquale Ferraro. Si tratta dell’ariete ex Gladiator Filippo Tortora, del regista Vincenzo Riccio (dal passato in Serie B con Pistoiese, Cosenza, Avellino e Fidelis Andria), il mediano Carmine Caruso e l’esterno Mario Massaro(a lungo in Serie C1 con Pisa, Benevento e Massese). Contro la Forza & Coraggio sarà un test molto indicativo per i giallorossi di Vincenzo Casaccio che, nella rifinitura di questo pomeriggio alle 18, prepareranno gli ultimi accorgimenti tecnico-tattici. Quasi tutti saranno disponibili per il match, eccetto Dario Di Gioia che non rientrerà nella lista dei convocati a causa di un infortunio muscolare che necessita di altri venti giorni per essere risolto. Ha invece una gran voglia di scendere in campo Paolo Schiavone, l’unico ex del match avendo vestito la maglia sannita per sei mesi nella stagione 2008-2009. L’atleta di Maddaloni, uno degli ultimi colpi del direttore sportivo Roberto Corsale, evoca alcuni ricordi di quell’esperienza: Affrontare una squadra con cui ho giocato qualche anno fa non mi può far altro che piacere. Arrivai nel dicembre 2008, nella stagione che culminò con la storica promozione in Serie D: categoria mai calcata dalla Forza & Coraggio. Mi sono trovato molto bene alla corte del presidente Massimo Taddeo e sono contento di riabbracciare Carmine Caruso, uno degli alfieri di quel progetto sia allora che oggi. Schiavone confida poi le sue sensazioni riguardo il debutto in maglia giallorossa contro il San Marco Trotti: Credo che abbiamo disputato una buona partita contro una compagine che, a quanto pare, lotterà per i vertici del Girone A di Eccellenza. Noi gli abbiamo dato del filo da torcere e per poco non siamo riusciti a fargli un bello scherzetto. Immancabile un appunto sul terreno di gioco da parte di un calciatore che proviene da un’avventura quadriennale nella Terza Divisione (la nostra Serie C1) in Belgio: Abituato a giocare per quattro anni su manti in erba sintetica o con un’erba naturale perfettamente curata, non è stato semplice destreggiarsi su un terreno di gioco polveroso e per di più molto scivoloso. Ma con il tempo mi ci abituerò. Infine, egli conclude l’intervista soffermandosi a parlare dell’Hermes: Appena la dirigenza mi ha proposto di entrare in questa famiglia, ho accettato senza problemi. E’ un ambiente pieno di brave persone che guardano al calcio guidati da tanti valori positivi. Spero di togliermi belle soddisfazioni con loro.

Condividi