Coppa Campania. Qualiano, mister Scampitelli in vista dell’esordio contro l’Orfri: “Sputeremo sangue”

Il Qualiano, domani, scenderà in campo per la prima gara stagionale. Chiamata in Coppa Campania per i giallorossi che affronteranno in casa l’Orfri Calcio.

“Domani primo giorno di scuola e siamo pronti a ritornarci con lo stesso entusiasmo di chi si deve raggiungere degli obbiettivi –commenta mister Scampitelli alla nostra redazione- Dai miei, sono appena 15 giorni che siamo insieme, mi aspetto che abbiano inteso già il mio modo di fare calcio. Almeno per ora, iniziare a mettere in pratica una lezione molto importante: sudare la maglia”

Condizione della squadra: “Le gambe sono ancora un po’ pesanti per i carichi di lavoro del prof. Licciardiello, ma sono  soddisfatto. Abbiamo solo il capitano Raschia fuori per precauzione viene da un intervento, e non rischiamo ancora., il resto tutti a disposizione”.

Obiettivi chiari per il Qualiano, che non si nasconde: “Ci siamo posti obbiettivi ben precisi, la società il presidente Baraldi, non è una persona che si accontenta facilmente essendo una persona abituata a risultati mondiali ed europei. Noi sputeremo sangue per accontentarlo!”. 

Questione Orfri e presentazione della squadra: “Domani giocheremo contro una squadra molto organizzata con dei singoli molto forti. Squadra che viene da un campionato vinto l’anno scorso. E’ partita tosta, da affrontare a viso aperto. A Qualiano siamo abituati a tremare solo di freddo mai di paura, chi mi conosce sa che aggredisco il risultato dal primo minuto, ma vi avviso che per questo lavoro non ci sono ancora le gambe!”

Ultime battute sulla tifoseria qualianese: “L’ho vista crescere e ne sono innamorato. Ma come giusto che sia, ogni singola persona fa delle scelte a fine stagione. Il calcio è un mondo fantastico anche per questo”.

Enzo Papolino