Club Paradiso Acerra. Riecco i tre punti, Stella Nascente ko

CLUB PARADISO: Terracciano, Di Balsamo, Scaniglia (K), De Simone, D’Anna, Flaminio, Barone, De Angelis, Coletta. All. Cianniello
STELLA NASCENTE: Finamore, Scarfogliero, De Pascale, Nastri (K), Onorato, Cozzolino, De Rosa, Caiazzo, Petrucci, Atene, Saturnino. All. Letizia
Arbitro: Floriano di Avellino
Risultato Finale: 3-2
Reti: P.T. 1′ De Simone (P), 7′ Scarfogliero (S), 31′ Barone (P); S.T. 12′ Nastri (S), 32′ D’Anna (P).
Ammoniti: D’Anna (P); Atene, Onorato e Petrucci (S)
Falli subiti: P.T. 5-4; S.T. 2-1
Recupero: P.T. 2 min; S.T. 2 min.
ACERRA. Riecco i tre punti! Dopo 15 giornate il Club Paradiso torna alla vittoria e lo fa dando seguito alle ottime prestazioni delle ultime giornate, inanellando il secondo risultato utile consecutivo. Una vittoria arrivata a venticinque secondi dal triplice fischio, ma ampiamente meritata. Meriti venuti a galla dopo solo quaranta secondi dal via quando un’improvvisa accelerazione di Flaminio squarcia in due la Stella Nascente liberando sul secondo palo Marco De Simone. Il giocoliere rossoblu serve una palla al bacio per vento di terra che ringrazia e realizza il suo secondo gol consecutivo. Uno a zero e match che si mette sui binari desiderati da tempo a via Santa Maria la Selva. Direzione che rischia di diventare netta al quarto nel momento in cui De Simone decide di far spirare forte il vento di terra superando l’avversario incaricato di tenerlo a bada e facendo partire una rasoiata a mezza altezza sulla quale il ben piazzato Finamore si rifugia in corner. Calcio d’angolo successivo che provoca un nuovo brivido alla squadra di Letizia: velocissimo uno due tra D’Anna e Flaminio con quest ultimo che va alla conclusione e gonfiando la rete, ma dal lato sbagliato. Il predominio acerrano è rotto al settimo con la Stella Nascente che sfrutta una dormita della retroguardia avversaria e pareggia il conto da calcio d’angolo con Scarfogliero (rete agevolata dalla netta deviazione di stinco di Flaminio). La rete della compagine di Cercola non inverte l’inerzia del match è la conferma la da Di Balsamo che, dialoga bene con D’Anna, si accentra e lascia partire una conclusione indirizzata sotto la traversa, ma ancora una volta Finamore risponde presente. La velocità e le triangolazione acerrane mandano in tilt gli ospiti che sono tenuti in vita solo da un super Finamore, costretto ancora agli straordinari, al decimo, su Flaminio. Il giocoliere rossoblu duetta con De Simone entra in area e lascia partire una conclusione rasoterra indirizzata sul secondo palo, con il numero uno ospite che di coscia si oppone. La risposta della Stella Nascente è tutta in un break di capitan Nastri che con una conclusione dalla media distanza colpisce il palo. Bella giocata a cui risponde De Simone con il suo consueto movimento: riceve palla sull’out di sinistra si accentra e dai diciotto metri lascia partire una conclusione forte ma centrale sulla quale Finamore in due tempi controlla. Gli ospiti vanno a corrente alternata affacciandosi raramente dalle parti di De Angelis, ma quando lo fanno creano pericoli come al 17′ con Onorato e Nastri che nello sviluppo della stessa azione costringono l’estremo difensore rossoblu a due difficili interventi. Questi gli ultimi sforzi di De Angelis: da qui all’intervallo è solo Club Paradiso! Tour de force alla ricerca del vantaggio avviato dal solito Marco De Simone (migliore dei suoi nella prima frazione) che fa spirare forte il vento di vittoria con la sua classica giocata: dalla fascia sinistra si accentra superando un avversario e lasciando partire un tiro a giro diretto all’incrocio dei pali. Grande giocata ma ancor più grande risposta con il numero uno ospite che vola, si distende e alza la palla sulla traversa. La riscossa rossoblu non si placa e nel primo minuto di recupero arriva il meritatissimo vantaggio: D’Anna riceve palla dal limite dell’aria, evita un avversario e calcia a botta sicura. La sua conclusione taglia tutto lo specchio e si accinge a varcare la linea bianca nei pressi del secondo palo, ma prima che ciò accade si precipita sulla sfera Barone che senza troppi fronzoli ci mette lo zampino ed è 2 a 1! Con questo parziale termina il primo tempo.
La ripresa comincia con ritmi blandi, la prima occasione giunge solo al 10′ e manco a dirlo è di stampo rossoblu: Di Balsamo ruba palla nella sua metà campo e parte in velocità, giunge nei pressi del dischetto del tiro libero e calcia, ma la traiettoria finisce sul fondo. Due minuti più tardi il diciannovenne centrale acerrano prova a copiare l’azione precedente ma stavolta è fermato da Nastri, che a sua volta riparte in contropiede e indisturbato calcia e da 18 metri segnando la rete del pareggio. Il Club Paradiso subisce il contraccolpo psicologico smarrendo l’ottima vena propositiva fin quel momento mostrare. Il match vive una fase di stalle e di equilibrio brutta e nervosa: le due squadra appaiono incapaci di smuovere la gara dal risultato di parità. Tutto questo fino al 28′ minuto in cui rientra in campo Pasquale Flaminio; il giocoliere rossoblu indossa i panni del protagonista e regala un finale al cardiopalma agli oltre settanta tifosi presenti nell’impianto acerrano. Al 29′ regala a D’Anna una palla da posizione invitante ma il numero dieci svirgola e calcia a lato. Combinazione che però non fallisce a 31′ e 35 secondi: triangolazione al limite dell’area Flaminio – D’Anna con quest’ultimo che vince un rimpallo e manda in frantumi in sol colpo la resistenza di Finamore, la sua astinenza da gol che durava da otto partite ormai e il sortilegio che vedeva il Club Paradiso incapace di vincere! Negli ultimi venticinque secondi c’è ancora tempo per il giocoliere Flaminio di guadagnarsi il palcoscenico: intercetta una rimessa laterale battuta da Nastri e s’invola versa la porta avversaria, supera Cozzolino, mette a sedere Finamore e a porta vuota lascia partire un piattone destinato a gonfiare la rete; destinazione interrotta miracolosamente dalla diagonale di Saturnino che sulla linea in spaccata respinge lasciando l’urlo strozzato in gola ai tifosi acerrani. Urlo che però esplode una manciata di secondi più tardi quando l’arbitro dice che può bastare e decreta con il triplice fischio la prima vittoria dell’era Cianniello. Una vittoria che premia i miglioramenti mostrati nelle ultime giornate e che conferme che questa squadra non ha alcuna intenzione di arrendersi o di farsi abbattere dalla classifica; avanti fino alla fine: non per la classifica ma per la gloria!
Ufficio stampa A.S.D. CLUB PARADISO ACERRA
Salvatore d’Anza