Città di Gragnano. Questione San Michele, D’Auria: “Lo stadio? Chiedete al sindaco”

La questione gestione dello stadio San Michele sembra essere orma ai titoli di coda. Ricordando gli ultimi avvicendamenti. Luned√¨ la squadra del Gragnano è stata accolta all’esterno dallo stadio dai carabinieri con tra le mani un’ordinanza nella quale il Comune richiedeva il pagamento anticipato. Nella giornata di ieri, invece, il Presidente Carmine Franco ha avuto un incontro informale con il sindaco Cimmino, nel quale però non si è riusciti a trovare un accordo, ma a complicare ulteriormente la situazione è stata la presenza di carabinieri e vigili urbani con un esposto nel quale si denunciata l’utilizzo improprio della lavatrice e della macchinetta del caffè a gas. Non solo, ma anche l’utilizzo abusivo degli ambienti sottostanti all’impianto sportivo, segreteria e magazzino. (LEGGI QUI).

Da qui la conseguenze decisione del Gragnano Calcio di lasciare la città e lo Stadio San Michele il prossimo 20 febbraio. La prossima destinazione è ancora da decidere, in quanto il presidente non ha ancora ufficialmente aperto la ricerca ad una nuova location.

In questioni giorni abbiamo ripetutamente sentito la versione del Presidente Franco e per questo abbiamo cercato di contattare anche qualche esponente del Comune per sentire la versione dell’amministrazione. Nella fattispecie abbiamo provato a contattare telefonicamente il Presidente del Consiglio Comunale Nello D’Auria, che però, ha declinato la nostra richiesta di rispondere alle domande in quanto “non è mia competenza rispondere a queste domande, bens√¨ potrebbe farlo il sindaco o l’assessore allo sport”.

Cristina Mariano

Condividi