Città di Gragnano. Dall’infortunio all’ammenda: settimana da dimenticare per i pastai

Una settimana che finisce male, un’altra che inizia peggio per il Gragnano di Rosario Campana. Una brutta sconfitta, mal digerita, per un fischio galeotto che lascia più dubbi che certezze. Già contro il Cerignola il tecnico napoletano ha dovuto fare i conti con l’assenza di Amir Gassama, ma a peggiorare la situazione e far cominciare male la settimana dei gialloblù è la notizia dell’infortunio all’attaccante guineano.

Per il classe ’99, infatti, si tratta, secondo quanto riportato sulle colonne di Metroplis, di un problema al ginocchio che lo terrà lontano dal rettangolo verde per almeno due-tre settimane. A Sonny Qehajaj e compagni il compito di sopperire alla sua assenza, andando a insaccare il pallone.

All’assenza di Gassama, però, si aggiunge anche quella di Stefano Chiariello, autore del tocco galeotto che ha portato al rigore. Un rosso e una giornata di squalifica per il difensore gialloblù che salterà l’incontro con il Fasano.

Piove, però, sul bagnato per la società dei pastai, che dovranno fare i conti con un’ammenda di 2.500 euro e con una gara a porte chiuse per il lancio di una bottiglietta da parte dei tifosi gialloblù, di sputi all’indirizzo del direttore di gara e il lancio di una pietra verso gli avversari.

Superare le prossime tre gare alla grande per poi ripartire uniti con tutta la rosa a disposizione e il pubblico al cospetto. Questo l’obiettivo del Gragnano per le prossime settimane.

Cristina Mariano