Città di Arzano Calcio. Zampini e il dietrofront: “Non raggiunti i nostri intenti”

Un fulmine a ciel sereno per il Città di Arzano. Il club aveva inizialmente riconfermato il direttore sportivo Giulio Zampini, che, però, sorprende tutti con un dietrofront. Tramite un lungo post sul proprio profilo ufficiale, infatti, ha annunciato il suo addio.

“30/06/2020 scadenza del mio contratto con L arzano 2019 e fine del rapporto calcistico.

Ringrazio la società nel nome del presidente Antonio Tesoro e di tutti i suoi collaboratori , ringrazio lo staff tecnico, il magazziniere e tutti i ragazzi della squadra per avermi regalato delle emozioni uniche.

Abbiamo provato a fare qualcosa di buono in una città che è la storia del calcio in campania, purtroppo a malincuore devo dire che non ci siamo riusciti , per tanti motivi che non sto qui a raccontare.

Avere anche due squadre in una città è ancora più complicato.

Potevamo provare insieme a fare meglio, ma non è stato possibile.

Lascio una città che ha bisogno di calcio , un calcio importante come da tradizione e sono sicuro che la famiglia Pellino insieme al direttore Portanova e magari qualche altra famiglia importante di Arzano unendo le forze riusciranno a riportare la squadra nelle categorie che merita.

Vi faccio il mio in bocca al lupo .

Grazie di cuore a tutti 💙”

Condividi