Cimitile. Sconfitta con onore a Casagiove

I granatieri del Cimitile, a seguito dell’ esordio strepitoso del primo incontro ufficiale della nuova stagione, cercano di bissare il successo e riconfermarsi con l’ Hermes Casagiove, ostica compagine casertana costruita per ambire alla vittoria finale del campionato di promozione. Le due formazioni hanno dato vita ad un match dal ritmo vertiginoso sin dalle prime battute di gioco. Avvio di gara vivace, con la prima occasione dei locali, poco dopo il fischio d’ inizio del direttore di gara, si registra una buona conclusione di Papa che ci prova di controbalzo ma il portiere granata Iovino blocca. Immediata reazione dei granatieri con il rilancio di capitan Zoppino per Cipolletta che dribbla Brustia e impegna Merola alla respinta in corner. Pochi minuti dopo, il Cimitile replica con un’azione dello stesso valore: Gonippo pesca il corridoio per Cipolletta che, piazzato all’altezza dell’area piccola, calcia di prima ma Merola si salva nuovamente in corner. Successivamente si ripete in copia l’ identica azione, con che Gonippo effettua un taglio diagonale in direzione di Cittadino, che colpisce di testa costringendo l’ abile estremo difensore casertano Merola ad un importante salvataggio. La formazione cimitilese tiene bene il campo e crea maggiori occasioni che però il portiere locale neutralizza, come nel caso della punizione di Cipolletta bloccata da Merola pochi minuti prima dello scadere della prima frazione di gara. Nella ripresa sprint più determinato dei locali con Motta colpisce di testa sulla punizione di Papa che si spegne a lato. Qualche minuto piu’ tardi ancora Cipolletta, che si conferma autentica spina nel fianco della retroguardia locale: viene servito dall’ ottima sponda di Sgambati, che ci prova da buona posizione, ma la sua conclusione e’ preda di Merola. Pochi istanti dopo si rendono pericolosi i giallo-rossi con Monaco, con una conclusione a giro, che accarezza il palo. Il match viene sbloccato al 63′ st da una prodezza di Russo che porta in vantaggio i padroni di casa: con un tiro magistrale dalla distanza che scavalca il portiere, e si insacca all’ incrocio dei pali. Successivamente l’ autore del vantaggio ci riprova in altre due occasioni: nella prima impegnando Iovino che devia in angolo, nella seconda fermato dall’ arbitro annullando la rete per off-side. I granatieri non demordono, e vanno vicini al pari con Sgambati che vede Merola fuori dai pali e tenta di sorprenderlo con un preciso pallonetto che clamorosamente sbatte sulla traversa e termina sul fondo. Superato il pericolo del pari, i giallo-rossi tentano il colpo del raddoppio, con Toscano che su assist di Schiavone salta Iovino, ma non La Manna che difende la propria porta. Poco dopo accade l’ increscioso episodio che condiziona e segna l’ esito finale dell’ incontro, ad opera di Toscano che in dubbia posizione di fuorigioco si invola in area e serve il compagno Monaco libero, Iovino nel tentativo di ostacolarlo arresta la propria corsa, Toscano invece sbilanciato non riesce a frenarsi e accentua la caduta a contatto con l’ estremo difensore Granata Iovino, nel contempo capitan Zoppino, intercetta la sfera e accenna la ripartenza, ma l’ arbitro sospende inaspettatamente il gioco e assegna un rigore alquanto dubbio e inesistente ai padroni di casa, che Monaco realizza, nonostante Iovino abbia intuito l’angolo al 90’st. E’ questa l’ultima azione dell’ incontro che sancisce il primo successo dell’ Hermes Casagiove, al cospetto di un tenace e coriaceo Cimitile che ha demeritato la sconfitta, rientrando a testa alta dalla prima gara esterna della stagione.

UFF. STAMPA ASD CIMITILE CALCIO 1966.

HERMES CASAGIOVE: Merola, Brustia, Iannitti, Schiavone, Santonastaso Clemente, Santonastaso Vincenzo, Russo (78′ Toscano), Feola, Monaco (89′ Sorgente), Papa, Motta (55′ Izzo). In panchina: Di Bernardo, Bosi, Perretta, Celestino. Allenatore: Vincenzo Casaccio

CIMITILE: Iovino, Liparuli, Allocca, Di Lauro, Zoppino, La Manna, Franzese (27′ Miele ‚Äì 81′ Tortora)), Gonippo (53′ Anniorio), Sgambati, Cipolletta, Cittadino. In panchina. De Sarno, Rozza, Napolitano, Nappi. Allenatore: Natale Minichini

RETI: Russo 63′ (HC), Monaco 90′ su rig. (HC).

ARBITRO: Gianluigi Apicella della sezione di Napoli (assistenti: Francesco Capaldo ed Alfonso Laudati di Napoli)

NOTE: Ammoniti: Russo (HC); Iovino, Allocca, Gonippo, Zoppino, Cipolletta (C). Angoli: 2-6 per il Cimitile. Recupero: 2 min. nel primo tempo; 4 min. nel secondo tempo. Spettatori: 120 circa.