Chi e’ ChimiShow: tra Passo Fundo, futsal e Real San Giuseppe

Piccola introduzione. In questo periodo in cui giocoforza girano sul web video-ricordi delle gesta compiute sui prati da calcio,sui parquet del fútsal o nei palazzetti di basket,oggi mi sono intrattenuto a vedere un video riproduttore delle giocate di Leandro Chimanguinho, ala pivot del Real San Giuseppe C5: un vero futsalero, un prolifico marcatore nonchè gran esibitore di acrobazie.

Siamo andati indietro nel tempo,fino alle origini per capire dove nasce questo giocatore oggi capace di realizzare la bellezza di 46 tra tutte le competizioni.

Brasiliano e dal 2014 in possesso della cittadinanza italiana, Leandro Moreira Chimango, meglio noto come Chimanguinho, dal Giugno 2019 veste la casacca del Real San Giuseppe con la quale sta dando giornata dopo giornata prova delle sue qualitá tecniche innate.

Nato nel Marzo del 1986 a Passo Fundo,comune brasiliano situo nello stato del Rio Grande do Sul,a 17 anni approccia al mondo del calcio ed è lí che conosce e comincia a praticare a livello professionistico il cd “fùtbol de salón” con la maglia dell’Assoeva di Venancio.

La pratica nativa in Uruguay del “fútbal de salón”, a livello internazionale conosciuto semplicemente come fútsal, nasce nel 1930 ed è uno sport di squadra che fa dell’estro e delle grosse abilitá tecniche i suoi capisaldi. Molti dei più grandi campioni di calcio a 11 verdeoro hanno iniziato la carriera nel calcio a 5: Pelé, Zico, Sócrates, Ronaldo, Robinho e Ronaldinho per nominarne solo alcuni.

Ma lasciamo da parte le origini storiche di questo sport bellissimo, ne riparleremo magari. Adesso focalizziamoci su quello che è oggi il Chima-Show.

Il mancino di Passo Fundo arriva sulla penisola tricolore per raggiungere suo fratello Alexandre che giá da tempo assapora il nostrano calcio a 5 giocando in Veneto,tra le fila del Venezia C5.
In Italia infatti Chimanguinho arriva nel 2009 quando viene acquistato proprio dal Venezia C5 cominciando anch’egli a cimentarsi nel calcio a 5 nostrano e proprio accanto a suo fratello Alexandre.

Vestirá la maglia dei lagunari per tre stagioni ed è stata quella la vetrina per farsi conoscere ed apprezzare in tutta Italia. Nella stagione 2010-11 subita porta a “casa” i primi traguardi con la conquista del doblete: Campionato e Coppa Italia di Serie A2 con tanto di nomina come miglior giocatore della competizione. Nella stagione seguente il Marca Fútsal, squadra italiana di Castelfranco Veneto poi scioltasi nel 2014, vede le sue prestazioni e si innamora. Decide di portarlo con se assieme al suo compagno di squadra Marco Ercolessi(ora tra le fila della Feldi Eboli,ndr). Con la corazzata Marca Fútsal disputa un anno grandioso che porta alla vittoria del campionato nella finalissima contro la forte Luparense prima di trasferirsi di nuovo in Brasile per raggiungere suo fratello firmando con la società della Selbachense.

Dopo 6 mesi il Chima però fa di nuovo ritorno in Italia accasandosi stavolta al Real Rieti. Poi Asti nella stagione 2015-16, Pescara,va a Siracusa tra le fila del Maritime prima di (ri)trasferirsi al Real Rieti mettendo a tabellino 18 reti in campionato, 24 complessivamente. Ma ormai è un giocatore affermato,non ha bisogno di presentazioni.

Lo scorso Giugno il Real San Giuseppe di patròn Antonio Massa piazza il colpo aggiudicandosi le prestazioni di Leandro: “L’ingaggio di Chima è un segnale importante che abbiamo voluto trasmettere. Facciamo un salto di qualitá importante per raggiungere il massimo campionato”.

E nel Girone B di Serie A2 Leandro Moreira Chimango dá la prova di essere una spanna o forse piú sopra gli altri. Tra gol (46 quelli realizzati tra tutte le competizioni,ndr),le standing ovation del “PalaCoscioni” di Nocera Inferiore ricevute, le acrobazie eseguite e le giocate fanno di Chimanguinho uno dei giocatori piú amati del fútsal nonchè uno dei piú prolifici attualmente in vigore. Il futsalero si lega al Real San Giuseppe, rinnovando anzitempo gli accordi con la società cara al presidente Massa.

Un funambolo del parquet, ma anche uomo squadra. Un futsalero capace di decidere le partite, di quelli che nessun allenatore vorrebbe privarsene. Grinta, tenacia ma anche tecnica e velocità, Chimanguinho incarna, in un certo senso, il giocatore di calcio a 5 a 360º, letale in proiezione offensiva e abile in fase di ripiegamento.

Leandro Moreira Chimango è un pivot pazzesco, in grado di fare praticamente tutto e al massimo della potenza. Al pivot sono richieste doti fisiche e tecniche nonché un buon senso della posizione e abilità nel tiro:ha il compito principale di realizzare i gol per la propria squadra.

A te la potenza e a te le giocate, noi ci sediamo e ci divertiamo.

Il Chima Show é appena cominciato, a breve una nuova puntata con l’intervista di Sport Campania a Chimanguinho, restate sintonizzati.

Condividi