Cavani, ecco le cifre del risarcimento richiesto da Soledad

A Parigi guadagnerà circa 10 milioni all’anno: paga lo sceicco arabo. Ma 4 li lascerà a Napoli: questa volta paga lui. Per la precisione 300mila euro al mese, quindi quasi 4 milioni all’anno. Per il Matador Cavani l’addio al Napoli sarà fonte di guadagno, materiale e d’immagine, quello con la moglie Maria Soledad invece una bella mazzata. A quanto apprende Retenews24, infatti, i legali della consorte dell’uruguaiano, al momento ancora nel suo Paese natale con la nuova fiamma casertana Maria Rosaria, hanno chiesto un’ingente somma per garantire il mantenimento di Soledad e dei due figli. 90mila euro al mese per sè e 180 per i pargoli, una cifra bella consistente insomma.

La prima udienza è stata fissata al Tribunale di Napoli, sezione familiare, per il mese di ottobre. Ma la curiosità del caso è dovuta al nome del giudice che sarà chiamata a dirimere la questione tutta familiare dei Cavani: Teresa Casoria, il giudice del processo Calciopoli. Censurata dal Csm per alcune frasi rivolte alle colleghe nell’ambito di quell’inchiesta partita appunto a Napoli, è un magistrato orientato ad intervenire molto nei dibattimenti. Per l’ormai parigino Cavani, un’altra donna con cui fare i conti. Che rischi di beccarsi qualche colorita bacchettata sia dalla moglie tradita (e ferita) che dal giudice abituata a dire sempre e comunque quello che pensa?

fonte: retenews24.it

Condividi