Casertana. D’Agostino presenta Parlato e Degli Esposti

La Casertana, come già ufficializzato in mattinata (CLICCA QUI), per la nuova stagione di Serie D si affiderà a mister Carmine Parlato e al direttore sportivo Alessandro Degli Esposti. Entrambi sono stati presentati a stampa e tifosi nel tardo pomeriggio presso la sala ‘Mario Iannotta’ dello stadio ‘Alberto Pinto’. A fare gli onori di casa ci ha pensato il presidente Giuseppe D’Agostino. Il patron del club rossoblù ha preso la parola per primo rivelando le intenzioni della società in vista della prossima stagione: “Abbiamo cercato di assicurarci il giusto e il meglio che era a disposizione. Vogliamo ripartire bene ed essere protagonisti, con la speranza di arrivare in fondo. Noi ci crediamo, stiamo facendo di tutto per allestire una squadra che possa puntare all’obiettivo prefissato. Siamo ottimisti, ma non sempre vince la squadra più forte. Noi ci attrezzeremo per essere protagonisti, ma non si vince sulla carta. Bisogna lavorare e curare ogni dettaglio. Il girone? Vedremo. Ma dobbiamo guardare a noi. Costruire una rosa che possa dire la sua in qualsiasi girone”.

Pronto e determinato si è mostrato anche mister Carmine Parlato: “E’ un onore essere qua. Al fianco di un presidente che ha dei valori importanti, cosa che mi ha spinto ancora di più ad accettare questa sfida. In una piazza molto importante come Caserta è fondamentale che tutte le componenti lavorino al massimo delle proprie possibilità. Da ex giocatore ricordo le battaglie fatte in questo stadio. Farò di tutto per cercare di portare più gente possibile sugli spalti, con una squadra che dovrà mostrare sempre valori importanti sul campo. Ci metteremo al lavoro pensando che la Casertana ogni domenica deve pretendere qualcosa in più. Tutti insieme dobbiamo fare la guerra agli altri e portare questi colori dove meritano. Il resto sono solo chiacchiere. La Serie D è un campionato molto difficile. Bisogna cercare di inquadrare gli under su cui puntare, in tal senso stiamo lavorando.  Non bisogna pensare che un girone sia più semplice dell’altro. In ogni girone c’è chi vuole vincere. Sicuramente il nostro gruppo deve avere caratteristiche importanti per la categoria e poi quelle motivazioni che fanno la differenza. Siamo in una società importante e dobbiamo onorarla fino alla fine”.

Ad allestire una Casertana competitiva, nonché funzionale alle idee tecnico-tattiche di mister Carmine Parlato, ci penserà il direttore sportivo Alessandro Degli Esposti, anch’egli onorato e voglioso di fare bene in rossoblù: “Sono entusiasta. So cosa vuol dire rappresentare una squadra con grandissima tradizione e cultura calcistica. Ho forti motivazioni. La grande passione della gente per questa squadra, la motivazione del presidente, la storia della Casertana: sono fattori che mi hanno spinto ad accettare. Sono una persona che punta molto sull’aspetto emotivo. E questa mia scelta poggia proprio su questo. Siamo consapevoli che la Serie D non appartiene a questo club. Abbiamo l’onere e dobbiamo avere l’impegno di portare la Casertana lì dove merita. Sappiamo dove dobbiamo arrivare ed il percorso è fatto di lavoro, compattezza e serietà. Troveremo delle difficoltà e le vogliamo affrontare a testa alta ed insieme. Abbiamo tutto il tempo necessario per costruire una rosa che possa rispecchiare i nostri obiettivi ed i nostri valori. Sappiamo dove dobbiamo arrivare e quelle che sono le nostre priorità. Adesso individueremo i calciatori da confermare della rosa dello scorso anno ed in funzione di ciò ci metteremo alla ricerca di elementi che ci permetteranno di completare la squadra. Under? Per me esistono giocatori forti e scarsi, non giovani e vecchi. C’è questa regola e sappiamo che questo rende la categoria ‘particolare’. Dobbiamo trovare giocatori bravi e funzionali. Il blasone comporta di avere le spalle larghe e la capacità nel tenere fede alle aspettative. Dobbiamo arrivare all’obiettivo attraverso il lavoro”.

Ph Casertana official page (Ciro Santangelo)