Casalnuovo. Caos in casa granata, il chiarimento di Errichiello: “Sono dirigente, ma non dg”

E’ caos in casa del Casalnuovo. Infatti, in seguito alla sconfitta contro il San Giorgio, il direttore generale Salvatore Errichiello ha deciso di lasciare la sua carica, pur rimanendo nella dirigenza granata.

Non solo, oltre alle dimissione di Errichiello è stato esonerato il tecnico Mimmo Citarelli, arrivato in seguito all’addio di Carlo Sanchez, che da oggi di nuovo alla guida del club e che avrebbe dovuto sostenere il secondo primo allenamento nel pomeriggio.

Il condizionale non è casuale. Infatti la squadra ha rifiutato di riprendere la seduta di allenamento nonostante la presenza di tutta la società.

La nostra redazione ha contattato il dirigente casalnuovese Salvatore Errichiello, che in esclusiva ha spiegato la sua posizione: “Ho lasciato la mia carica perchè quando le cose non vanno come devono andare bisogna prendersi le responsabilità. Non so quanta percentuale di queste responsabilità sia mia, ma me le prendo. La mia è stata una provocazione, perchè mi sarei aspettato che anche le altre due parti in causa, giocatori e allenatore, si prendessero una parte delle responsabilità. Ad oggi questo non è avvenuto. Abbiamo esonerato Sanchez a ottobre che era al quarto posto, nella zona play-off, ora la società gli ritorna in mano che è al sesto posto fuori dalla zona spareggio. Con chi me la dovrei prendere? La squadra, in queste diciotto partite, faticava anche quando vinceva”.

Per meglio chiarire ci affidiamo ai numeri. Carlo Sanchez è stato esonerato il 24 ottobre, in seguito al pareggio contro la Virtus Volla. In quel momento la squadra dopo sette giornate era al 6¬∞ posto a pari punti con l’Isola di Procida, a precederle San Giorgio e Portici anch’esse a pari merito a quota 15 punti. Di fatto, come sottolineato dallo stesso Errichiello i granata erano al quarto posto. In questo scorcio di campionato la squadra con alla guida Sanchez aveva raccolto 4 vittorie, 2 sconfitte e un pareggio. Aveva segnato 13 gol e ne ha subiti 10.

Al momento il Casalnuovo conta 9 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte con 36 gol fatti e 24 subiti. I granata in classifica sono sesti con un ritardo di sei punti sulla quinta, l’Isola di Procida.

In merito alla mancato allenamento ci tiene a precisare: “La squadra ha fatto una cosa gravissima. Eravamo l√¨ tutti, il tecnico, lo staff, il segretario, c’erano tutti e loro si sono rifiutati di allenarsi. Per quale motivo? La motivazione non la so, ma questo episodio è gravissimo e domani andrò in Procura Federale a segnalare quanto accaduto. Non so cosa accadrà, ma per atto dovuto devo farlo, perchè abbiamo il dovere di schierare in campo la miglior formazione e se loro non si allenano non ci sarà la miglior formazione. Devo anche tutelarmi per eventuali esposti che potrebbero fare alla società”.

Cristina Mariano