Casagiove. Domani trasferta ostica contro l’Ortese

Primo big match della stagione per l’Hermes Casagiove. Domani pomeriggio alle 15.30, i giallorossi di Michele Corsale scendono in campo al Don Sossio Giordano di Orta di Atella contro una delle pretendenti alle posizioni di vertice del raggruppamento. L’Ortese del patron Aletta è distante appena due punti in classifica dall’attuale capolista del Girone e non ha alcuna intenzione di conoscere la prima amarezza tra le mura amiche. Mentre i giallorossi guidano la graduatoria con 5 punti in altrettanti match, gli atellani allenati da Piero Cristiani hanno ottenuto 4 vittorie ed 1 pareggio, peraltro subito in rimonta a Cimitile. Tanti sono gli ingredienti che renderanno spettacolare questo match, in primis il manto sintetico dell’impianto atellano che consentirà ai tanti bravi atleti di entrambe le compagini di dare sfoggio delle proprie qualità. Tra questi va menzionato senza ombra di dubbio Giuseppe Feola, il carro armato del centrocampo casagiovese che il direttore Roberto Corsale ha fortemente voluto nella campagna di rafforzamento. Autore di un goal all’esordio contro il Rinascita US Vico, il colosso classe ’89 di San Marco Evangelista analizza le difficoltà che potranno essere riscontrate ad Orta di Atella: L’Ortese è un ostacolo duro, quindi abbiamo il dovere di limitare il loro gioco. Credo che uscire con un risultato positivo, da quello che considero uno dei terreni di gioco più insidiosi della categoria, non sarà semplice, però sono convinto che lotteremo per portare a casa almeno un punto. Tenuto a riposo dal tecnico Vincenzo Casaccio per il ritorno dei sedicesimi di finale a Cicciano (dove l’Hermes ha conosciuto l’eliminazione), il centrocampista, cresciuto nel Csen Macerata Campania e messosi in mostra negli Allievi Nazionali del Livorno prima e nella Primavera del Napoli poi, è stato ben lieto di accettare la proposta fattagli dall’Hermes Casagiove: Nonostante sia sceso dall’Eccellenza alla Promozione, non è passato neanche un secondo dalla proposta della dirigenza che subito lo ha accettato. Tanti miei ex compagni di squadra mi avevano parlato bene di questa famiglia ed infatti non posso altro che sottolineare la tranquillità con cui si vive il calcio a Casagiove. Infine, l’ex atleta del Barletta, Casertana e Vis San Nicola è uno dei pilastri dell’Hermes Beach Soccer, chicca del sodalizio casagiovese: Determinante per il nostro matrimonio è stata la bellissima esperienza del beach soccer, con il superamento delle varie tappe della Serie B e la conquista della Serie A nella poule di San Benedetto del Tronto. L√¨ ho avuto modo di instaurare un gran bel rapporto con tanti di quelli che ora sono presenti in squadra e con la famiglia Corsale che sostiene il progetto con volontà e dedizione. Avventura che non vedo l’ora di continuare in estate, con la disputa della massima categoria italiana del calcio da spiaggia.

Condividi