Calciomercato & dintorni. I contraccolpi della non ripresa: Schettino svincolato

Tra il Salernum Baronissi e Ciro Schettino finisce l’idillio. O meglio, finisce semplicemente il matrimonio. Niente polemiche, niente scelte tecniche, niente rancori. Tra i due arriva un cordiale addio, o arrivederci a causa della decisione dei rossoazzurri di non partecipare al campionato di Eccellenza.

In settimana è arrivata l’ufficialità del ritorno in campo previsto per l’11 aprile, ma il Salernum ha optato per un “no grazie, ci vediamo l’anno prossimo”. Scelta per la quale è difficile biasimare in virtù delle difficoltà che hanno scaturito il Covid, il lockdown e le continue aperture e chiusure. La società salernitana, quindi, saluta anche i suoi calciatori e tra loro c’è Ciro Schettino.

Esterno d’attacco, il classe ’93 di Castellammare di Stabia ora torna sul mercato e si guarda intorno. Diverse le ideologie strategiche tra coloro che riprenderanno: linea giovanile o un allestimento per puntare in alto. Adesso Schettino resta alla finestra in attesa di capire quale sarà il proprio futuro. Certamente un colpo importante per chi vorrà investire su di lui. Scuola Napoli, ha una lunghissima carriera nei campionati dilettantistici e non.