Benitez: “Aspetto l’arrivo di un bomber. I tifosi mi hanno regalato…”

Intervista esclusiva di Rafa Benitez, tecnico del Napoli, ai microfoni di Eurosport, nella splendida cornice del ritiro trentino a Dimaro. Si parte proprio dalla location, sede del ritiro azzurro, e sull’accoglienza riservata al tecnico spagnolo: “Mi sto trovando molto bene, la gente è gentilissima, si può lavorare bene. I tifosi del Napoli sono speciali”.

Seconda avventura in Italia dopo la parentesi a Milano, sponda nerazzurra: “Noi dobbiamo guardare avanti. Questa è una squadra diversa, la società è diversa. Qu√¨ si vede chiaramente la voglia di crescere”.

Dalla difesa a 3 a quella a 4: “Abbiamo tanti giocatori che hanno giocato al massimo livello sia con la difesa a 3 che a 4. E’ chiaro che l’anno scorso hanno fatto un grandissimo lavoro, ma ora è un anno nuovo. La squadra giocherà la Champions e noi vogliamo cambiare alcune cose per il futuro della società e della squadra che può essere positivo”.

Manca soltanto l’erede del Matador l√¨ davanti: “Finto nueve? Meglio avere il ‘nueve’ e poi valutare. Il ciclo della Spagna non è finito, hanno qualità e l’età giusta per continuare. In Premier League vincerà una tra Chelsea, Arsenal e le due di Manchester”.

Da Damiao a Torres. Nomi altisonanti per l’attacco: “La squadra ha bisogno di attaccanti di livello, stiamo aspettando qualcuno. Il nome del centravanti deve essere buono, cos√¨ siamo tutti contenti”.

Grande calore attorno alla squadra: “I napoletani sono fantastici, sono sempre presenti agli allenamenti. E’ una cosa che mi piace tanto”.

Ultima battuta dedicata ai calzini e alla scaramanzia: “Per il momento niente calzini azzurri, ma mi hanno regalato una decina di cornetti della fortuna”.

Condividi