Benevento. Lucioni: “Giocare in Serie A sarà una grandissima emozione”

Oggi il capitano del Benevento Fabio Lucioni in una lunga intervista ai microfoni di ‘Sky Sport’ ha rilasciato queste dichiarazioni: “La Serie A è un’emozione grandissima, sarà una nuova avventura in una categoria che non ho mai fatto. Ci sarà tutto l’impegno per far s√¨ che vada tutto bene. Aver conquistato la A con questa maglia è stato bellissimo, anche grazie alla guida di mister Baroni. Darò tutto me stesso affinch√© la prossima annata sia come le ultime due”.

Sul rinnovo: “Ancora non ho firmato, il mio agente parla ogni giorno con la società. Sono tranquillo, lavoro e mi interessa solo il campo. In questi periodi si lavora tanto, il mister è un “martello”, ma se i risultati sono gli stessi dello scorso anno, ben venga”.

Sui nuovi acquisti: “Chi è arrivato ora dovrà lavorare tanto per entrare nella mentalità della squadra e dimostrare di poterci stare. Capiranno che per indossare questa maglia c’è bisogno di tanta fatica”.

Lucioni ha parlato poi dell’emozione che proverà nel marcare giocatori di un certo calibro, come Gonzalo Higuain: “Difendere contro certi attaccanti in certi stadi dove non ho mai messo piede sarà un’emozione fortissima. Ma la concentrazione mi farà dimenticare dove mi trovo e pensare solo al risultato”.

Che squadre mi piacerebbe incontrare alla prima di campionato? “Beh, anche subito un bel derby con il Napoli non sarebbe male con una bella entrata su Mertens subito (ride). A parte gli scherzi o San Siro o San Paolo fa lo stesso, sicuramente sarà una emozione d’altri tempi, fortissima, però una volta entrati in campo la concentrazione sarà tanta che dimentichero’ subito dove sono per mettere la testa solo al risultato finale.”

Sul lavoro in ritiro di mister Baroni: “Il ritiro è duro ma in questo periodo è normale lavorare cos√¨. Tra l’altro come hanno detto i miei compagni il mister Baroni è un bel martello, ma se i risultati sono quelli dell’anno scorso ben venga. Sono in camera con Del Pinto. Rispetto all’anno scorso ho cambiato compagno ma con lui avevamo fatto già rodaggio durante l’estate quando anche in vacanza in Salento ci alzavamo alle 8 per fare un po’ di allenamento.”

Dopodich√© ai microfoni sempre di ‘Sky Sport’ ha parlato anche un’altro giocatore sannita, ossia Nicolas Viola: Io il dj della squadra? Io porto le casse, Ceravolo mette la musica. Ci sta sempre bene. La preparazione? Lavoriamo tanto, noi cercheremo di mettere in campo quello che stiamo preparando. La Serie A ce la dobbiamo tenere stretta adesso. Il debutto in A? Reggina-Lazio, ho ricordi bellissimi nonostante la tripletta di Pandev. Ci arriviamo come squadra inesperta, ma abbiamo voglia di dimostrare il nostro valore. Vogliamo dire la nostra e non fare sconti a nessuno. Il 4-4-2? Mi trovo molto bene. Io nasco regista classico, ma in questa posizione mi esprimo al meglio. Voglio dimostrare ciò che valgo. Contro chi vorrei esordire? Mi auguro il Milan. Questa squadra fa paura, ma noi ce la vogliamo giocare”.

Oggi sempre ai microfoni di ‘Sky Sport’ ha parlato anche l’attaccante Fabio Ceravolo: “Sono il dj del gruppo, per dare un po’ di allegria. La Serie A è un’altra cosa rispetto alla B ma stiamo costruendo una grande squadra. Siamo pronti. Il primo gol? Vorrei segnare al Vigorito, lo scorso anno è stata la nostra forza. Una città intera ci ha spinto in alto. Oltre al nostro dico San Siro, l√¨ ci hanno giocato solo campioni. Il difensore più forte? Ci sono tanti campioni, in generale mi aspetto un campionato durissimo”.

Nunzio Marrazzo