Benevento- Cittadella 4-1. Lapadula torna a ruggire e la Strega vola, crollano le mura dei Veneti

2 schiaffi all’Ascoli in meno di mezz’ora Sabato hanno riacceso l’entusiasmo intorno alla Strega, oggi la squadra di Fabio Caserta sfida il Cittadella. 7 punti e voglia di imprimere la definitiva accellerata per i padroni di  casa, 9 punti e voglia di provare a volare per i Veneti. Caserta con lo stesso modulo e gli stessi interpreti, 4-3-3 con Lapadula ancora in panchina a lasciar spazio a Sau. Cittadella con un coraggioso e dinamico 4-3-1-2, unico cambio per Gorini tra i pali non gioca Kastrati ma Maniero, il giovane Antonucci confermato sotto le punte. Allo stadio Vigorito giornata soleggiata, dirige il signor Francesco Cosso con lui gli assitenti D’Ascano e Della Croce, quarto ufficiale Di Marco con il VAR Massimi ci sarà l’AVAR Giallatini.

La cronaca-  La prima occasione è per gli ospiti, girata di Okwonkwo di testa palla che termina alta sopra la trasversale di Paleari. Il Benevento risponde salendo subito in cattedra, lancio lungo di Glik ad accendere i motori di Improta che punta la difesa veneta e poi sceglie lo scarico sull’accorrente Acampora, l’ex Spezia ci prova di prima intenzione, palla che bacia il palo interno e termina in rete. Inizio fulmineo e deciso della squadra di Caserta, primo gol per Acampora che mostra subito le doti tecniche e balistiche. Benevento che dialoga bene e ipnotizza gli ospiti, il palleggio costante porta alla conclusione di Acampora che stavolta non si abbassa abbastanza. Il Cittadella inizia a giocare di rimessa e contropiede, proprio da un contropiede orchestrato da Antonucci nasce il pareggio degli ospiti. Inserimento di Okwonkwo servito da Antonucci che aveva condotto il contropiede, difesa giallorossa messa malissimo ed è tutto facile per la punta nigeriana battere Paleari in uscita. Ristabilito il pareggio il Cittadella non accenna a fermarsi e continua ad assaltare, difesa dei padroni di casa che si perde Tavernelli da situazione di calcio d’angolo, il centrocampista si trova a due passi dal raddoppio ma spara addosso a Paleari, graziati gli uomini di un infuriato Caserta. Okwonkwo continua a dare fastidi alla difesa di casa, punta la difesa e prova a calciare, tiro stoppato da Glik con il nigeriano che chiede a gran voce un rigore ma ottiene solo una ammonizione per eccesso di proteste. Pochi istanti più tardi stesso metro di giudizio su una situazione simile, tiro di Insigne deviato da Benedetti sopra la traversa, Insigne chiede il rigore per tocco di mano ma Cosso dissente giudicando di fianco la deviazione. Il secondo tempo comincia con un doppio cambio per il Benevento: dentro Tello e Lapadula al posto di Acampora e Sau. Sono però gli ospiti a provarci, botta di Benedetti che chiama alla risposta un Paleari attento. Sempre Okwonkwo a dare fastidi e creare pericoli, zampata su una palla vacante lasciata li dalla difesa di casa, reattivo Paleari  in angolo. Lancio dalle retrovie per Lapadula che tenta lo stop e cerca il tiro subito ribattuto, reattivo Lapadula che insacca con facilità sulla respinta con Maniero ancora spiazzato dalla precedente deviazione. Altro traversone per la testa di Okwonkwo, spettacolare e reattivo Paleari a mettere sulla traversa. Nel finale dilaga il Benevento, tiro di Viviani parato da Maniero che non trattiene, batti e ribatti che viene risolto ancora una volta dal tap-in di Gianluca Lapadula, 3-1 e doppietta per il peruviano. Il Cittadella non esiste più, contropiede di Tello che apre per Moncini che tutto solo attende l’uscita di Maniero e serve il liberissimo Lapadula che deve solo toccare per la personalissima tripletta, quella che vale il 4-1 Benevento. Finisce così, tre punti e sorrisi dopo tanta sofferenza per gli uomini di Caserta, brutta sconfitta per Gorini e co.

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Barba, Foulon; Ionita, Calò(59’Viviani) , Acampora(46’Tello); Insigne(66’Moncini), Sau(46’Lapadula), Improta(22’Elia). All. Fabio Caserta

Cittadella (4-3-1-2): Maniero; Cassandro(78’Pavan), Frare(55’Perticone), Adorni, Benedetti; Vita, Danzi(78’D’Urso), Branca; Antonucci(67’Baldini); Tavernelli(55’Cuppone), Okwonkwo.  All. Amedeo Gorini

Ammoniti- Acampora(BEN), Okwonkwo(CIT), Danzi(CIT), Antonucci(CIT)

Espulsi- 

Arbitro: Cosso di Reggio Calabria. Assistenti:Della Croce e Di Marco. IV Ufficiale:Di Marco.VAR e AVAR: Massimi e Gialatini

ph. Mario Taddeo- Benevento Calcio