Basket. Marino Showtime, Jackson c’è. Scafati in Semifinale di Coppa Italia

Di Pasquale Formisano

Foto Pagina Facebook Scafati Basket 1969

Lo aveva detto coach Finelli nella sua intervista rilasciata pochi minuti prima della palla a due: “La qualificazione passa dalla nostra capacità di essere continui, se riusciamo a mostrare quella continuità per tutti i 40 minuti abbiamo ottime chance per battere Torino”.

Il coach chiama, la squadra risponde: sul parquet del Palasport di Cervia una Givova vestita prevalentemente di blu mette in scena 40 minuti di altissimo livello cestistico, sia sul piano della qualità sia su quello della quantità, batte quella Reale Mutua Torino che gli esperti avevano candidato come potenziale finalista, cala il punteggio di 84-76 e conquista la semifinale di Coppa Italia, dove verrà attesa da Udine.

Una vittoria che la squadra campana ha costruito fin dal primo possesso, riuscendo a stare per quasi tutto il match un passo avanti agli uomini di Demis Cavina, facendo eccezione per i primi minuti del terzo quarto che stavano quasi per pregiudicare una gara che, nei restanti 35, è stata pressoché perfetta.

CONCENTRAZIONE – Con il buon approccio di Thomas Scafati chiude avanti il primo quarto (22-18), mentre nel secondo periodo subisce l’avvicinamento di Torino che, più che su Diop o Pinkins, riesce a contare sul buon approccio di Cappelletti; la Givova tocca il + 6 con la tripla di Musso a 5’45” dall’intervallo lungo, ma i piemontesi recuperano centimetri grazie alla tripla di Alibegovic, alle palle recuperate proprio di Cappelletti e alla tripla di Pinkins che vale il primo vantaggio torinese, anche se il canestro di Benvenuti sulla sirena permette ai campani di andare negli spogliatoi ancora avanti (39-40).

L’ORA DI MARINO – Il rientro sul parquet è tutto di marca piemontese, con Torino che tocca il massimo vantaggio di +8 con la bomba di Pinkins (53-45), ma è in questo momento che scocca l’ora di Tommaso Marino: l’approccio al match del playmaker di marca scafatese è da applausi, evidenziato dall’enorme mole di assist decisivi che permettono alla squadra di Finelli di recuperare tutto lo svantaggio e di risorpassare nuovamente gli avversari con la doppia bomba di Jackson, presentandosi all’ultimo intervallo nuovamente in vantaggio (59-62).

JACKSON RISPONDE PRESENTE – L’ultimo periodo si apre con Marino che continua a ricamare grande basket e a mettere in difficoltà la difesa a uomo allestita da Cavina: i suoi passaggi in ottimo ritmo rubano sempre il tempo alla difesa della Reale Mutua e Scafati scappa addirittura sul massimo vantaggio di +13 (61-74). Cavina si gioca il tutto e per tutto passando alla zona, mossa che potrebbe rivelarsi veramente azzardata contro una squadra come Scafati in una serata in cui segna da tre con estrema facilità, eppure la scelta del coach piemontese paga e Torino si rifà sotto pericolosamente. In questo momento delicato a rispondere presente è Joshua Jackson, proprio l’uomo che con due triple aveva ribaltato il punteggio nel terzo quarto cala anche il tiro decisivo nel quarto, quello che spezza letteralmente le gambe a Torino e trascina Scafati in semifinale.

TESTA A UDINE – Il match si chiude con il contropiede vincente di Thomas che ruba palla, si invola e schiaccia sulla sirena il pallone del definitivo 84-76, sugellando una vittoria meritatissima per Scafati che, oltre alla semifinale, si gode anche la sua prima vittoria nella storia contro Torino, bestia nera gialloblù nei tre precedenti. Una sola notte di riposo per il team allestito da patron Longobardi e allenato da coach Finelli; il tempo per staccare non c’è, domani sera la compagine campana si gioca l’accesso alla finale di Coppa, sognando un successo che in terra scafatese è stato già festeggiato per ben due volte, nel 2006 con Valli e nel 2016 con Perdichizzi. Ma prima c’è da pensare a Udine, che nel primo pomeriggio ha battuto Forlì, mostrando tutto il suo valore, tutt’altro che trascurabile.

Reale Mutua Torino – Givova Scafati 76-84 (18-22, 21-18, 20-22, 17-22)
Reale Mutua Torino: Alessandro Cappelletti 18 (4/9, 2/5), Kruize Pinkins 17 (3/4, 3/9), Ousmane Diop 12 (3/7, 1/2), Jason Clark 11 (2/2, 2/6), Daniele Toscano 8 (1/1, 2/4), Mirza Alibegovic 6 (1/1, 1/10), Lorenzo Penna 3 (0/1, 1/1), Franko Bushati 1 (0/0, 0/0), Giordano Pagani 0 (0/1, 0/0), Luca Campani 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 20 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Ousmane Diop 9) – Assist: 15 (Alessandro Cappelletti 8)
Givova Scafati: Charles Thomas 19 (5/7, 2/4), Darryl Jackson 17 (0/2, 5/12), Valerio Cucci 12 (6/10, 0/1), Bernardo Musso 9 (0/0, 3/5), Lorenzo Benvenuti 7 (2/5, 1/2), Mattia Palumbo 6 (0/2, 1/1), Tommaso Marino 5 (0/0, 1/4), Nemanja Dincic 4 (2/3, 0/0), Luigi Sergio 3 (0/1, 1/2), Riccardo Rossato 2 (1/1, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 40 8 + 32 (Valerio Cucci 11) – Assist: 20 (Tommaso Marino 9)