Basket. Ahi Ahi Scafati, Udine va sul 2-0

Di Pasquale Formisano

Foto di Francesco Carotenuto

Al termine di una sfida degna di una sfida degna di un thriller termina 85-79 la sfida tra Apu Old Wild West Udine e Givova Scafati, con i padroni di casa che si portano sul doppio vantaggio nella serie delle semifinali

ZONA GIALLA – Udine prova subito a indirizzare il match, capendo che si tratta di un’occasione unica per mettere una forte ipoteca sull’intera serie, e riesce a portarsi sul +6 (16-10) trovando la via della tripla, ma la zona costruita da Finelli comincia a portare frutti a cominciare dalla fine del primo periodo (terminato 18-16): la Apu infatti comincia a soffrire quando perde la lucidità da fuori area e si scontra con gli atavici problemi creati dalla difesa campana dal pitturato, mentre Scafati recupera terreno e compie il primo sorpasso con il tiro libero di Musso (26-27 a 5’45” dall’intervallo lungo). Da questo momento in poi le due compagini, con un cammino fatto di sorpassi e controsorpassi, si accompagnano spalla a spalla fino all’approdo negli spogliatoi, ma la tripla sulla sirena di Sergio permette ai gialloblù di mettere il naso avanti prima di lasciare il parquet (38-41).

PROBLEMA AMERICANI – Nel terzo quarto la sfida si mantiene su ritmi gradevoli; la Givova sembra vivere una problematica relativa ai suoi americani, perché Gaines non riesce a trovare il modo di farsi pericoloso in fase offensiva (0 punti nei primi 30 minuti, con 0/8 dal campo, 0/2 dalla lunetta e pochissima lucidità nelle scelte) e Thomas invece lascia il parquet per un forte dolore al ginocchio. In questo contesto il ruolo di trascinatore scafatese lo veste Luigi Sergio che, prima con due triple consecutive e poi con una schiacciata spettacolare, permette ai suoi di non perdere il contatto con i padroni di casa e di presentarsi all’ultimo intervallo con un passivo di sole tre lunghezze (59-56).

SFIDA JOHNSON MARINO – Finelli richiama in panchina Gaines, palesemente in serata no, mentre ritrova Thomas, che fa sentire la sua presenza sia con il canestro del 66-63 sia con il rimbalzo successivo. Udine scappa a tre possessi di vantaggio con le due triple di Johnson (72-65) ma la Givova rispolvera un ottimo Tommaso Marino, autore di una grandissima prova, che con tre canestri di vitale importanza permette ai campani di rifarsi sotto di 3 (76-73 a 2’50). Dopo il timeout dei padroni di casa arriva però un canestro spettacolare di Johnson che pesa come una mazzata sulla testa degli uomini di coach Finelli che si rivedono riproiettati indietro di 5 punti (78-73). Si entra nei minuti caldi in cui la palla scotta e si serrano le difese, in oltre 80 secondi vengono segnati solamente un libero per parte lasciando inalterate le distanze, poi Scafati con tre tiri consecutivi dalla lunetta, uno di Cucci e due di Thomas, si riposta a sole due lunghezze mettendo il fiato sul collo alla Apu Old Wild West (79-77). Dopo un fischio dubbio a Marino e i 2/2 di Giuri Udine stacca ancora la Givova, ma Thomas ristabilisce il distacco a 2 punti, poi il libero sbagliato da Johnson permette agli uomini in maglia gialloblù di continuare a sognare: il tiro sbagliato da Thomas però condanna la Givova alla seconda sconfitta consecutiva e al 2-0 in favore dei friulani, anche se il ritmo visto in campo non lascia pensare che Scafati voglia alzare bandiera bianca. Da venerdì la serie si sposta al PalaMangano e la storia è ancora tutta da scrivere.

Apu Old Wild West Udine – Givova Scafati 85-79 (18-16, 20-25, 21-15, 26-23)
Apu Old Wild West Udine: Dominique Johnson 19 (2/4, 3/7), Michele Antonutti 13 (3/5, 2/6), Marco Giuri 12 (2/4, 1/3), Andrea Amato 12 (0/2, 4/7), Nana Foulland 8 (2/3, 0/0), Nazzareno Italiano 7 (2/5, 1/1), Vittorio Nobile 7 (2/2, 1/1), Fabio Mian 4 (2/7, 0/3), Francesco Pellegrino 2 (0/1, 0/0), Matteo Schina 1 (0/0, 0/0), Lodovico Deangeli 0 (0/1, 0/1), John paul onyekachi Agbara 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 30 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Nana Foulland 11) – Assist: 15 (Nana Foulland 4)
Givova Scafati: Luigi Sergio 15 (1/1, 4/7), Charles Thomas 14 (5/9, 0/3), Tommaso Marino 14 (2/2, 3/5), Riccardo Rossato 12 (2/4, 2/4), Mattia Palumbo 8 (4/5, 0/1), Bernardo Musso 8 (1/2, 1/5), Valerio Cucci 5 (1/3, 0/2), Riccardo Cervi 3 (1/2, 0/0), Frank Gaines 0 (0/4, 0/4), Lorenzo Benvenuti 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 24 – Rimbalzi: 34 5 + 29 (Valerio Cucci 8) – Assist: 12 (Bernardo Musso 5)