Balotelli: “Non si può cancellare il razzismo, è come una sigaretta”

Un inedito Mario Balotelli e’ il protagonista principe del nuovo numero di “Sports Illustrated”, prestigioso periodico sportivo statunitense a diffusione internazionale. L’attaccante della Nazionale azzurra e del Milan, intervistato durante l’ultima tournee dei rossoneri negli Usa, ha trattato diversi temi, parlando anche di razzismo e di politica. “Il razzismo? Non si puo’ cancellare: e’ come una sigaretta. Non si puo’ smettere di fumare, se non lo si vuole veramente; allo stesso modo non si puo’ fermare il razzismo, se la gente non vuole. Io pero’ faro’ tutto il possibile per combatterlo”, ha detto Mario Balotelli.
“Non mi sono mai interessato di politica; ma penso che sia un grande uomo”, ha aggiunto l’attaccante rossonero, parlando del presidente degli Usa Barack Obama. “Lui puo’ essere un nuovo inizio per tutti: proprio perche’ e’ nero e perche’ e’ il primo presidente di colore”, ha puntualizzato Balotelli. (AGI)

Condividi