Aversa Normanna. I granata salutano la Coppa, Caruso: “Guardiamo il bicchiere mezzo pieno”

Prima uscita ufficiale per l’Aversa Normanna di Alessandro Caruso quella con la Cavese nei preliminari di Coppa Italia di Serie D. I granata arrivano al Liberti alla ricerca di risposte sul proprio livello tecnico tattico, ma soprattutto sul livello di forma.

E’ stata una partita abbastanza equilibrata dal punto di vista delle occasioni da gol, ma con gli aquilotti che hanno avuto per gran parte del match una predominanza territoriale che tutti si aspettavano. Primi minuti, quindi, in favore dei padroni di casa, dal 10′ al 30′ è stata invece l’Aversa Normanna ha creare qualcosa in più trovando una traversa e organizzando azioni da gol, anche se non nettissime. Con l’andare dei minuti i giovani granata del tecnico mariglianese si sono distratti ed al 38′ la Cavese è passata in vantaggio. Risposa positiva da parte dell’Aversa, che nonostante lo svantaggio ha mantenuto alta la concentrazione concedendo poco all’avversaria.

Nel secondo tempo poco ritmo e poche occasioni da reti. L’Aversa mantiene il campo fino al 94′ non trovando, però, il coraggio di affondare il colpo alla ricerca del pareggio per andare ai supplementari.

La nostra redazione ha contattato telefonicamente il tecnico dell’Aversa Normanna, Alessandro Caruso che ha commentato la partita dei suoi: “Avremmo preferito vincere, ovviamente, o almeno riuscire a guadagnare qualche punto in pi arrivando ai supplementari. Questo non è avvenuto, ma guardiamo il bicchiere mezzo pieno: abbiamo mantenuto alta la concentrazione per 94′ minuti. Ci è mancato un po’ di coraggio per cercare il pareggio, ma sono soddisfatto di quello che ho visto. La Cavese è un’avversaria ben attrezzata e di qualità. Anche il Taranto sarà un avversario ostico. Lavoreremo ancora su qualche lacuna e dove è necessario”.

Cristina Mariano