Aversa Normanna. Anno nuovo, propositi nuovi, Corvino: “Multe ai giocatori che si fanno squalificare”

Anno nuovo, vita nuova per l’Aversa Normanna. Nei giorni scorsi il batti e ribatti tra i due presidenti Giovanni Spezzaferri e Pasquale Corvino per alcune questioni societarie che hanno portato, poi alle dimissioni del direttore sportivo Antonio Caso.

Secondo quanto riportato dai colleghi di SportCaserano.it, sembrerebbe che l’addio di Caso avrebbe riaperto all’avvicinamento di Pasquale Corvino, che nei prossimi giorni potrebbe incontrare Spezzaferri per acquisire il 50% delle quote. Co lui dovrebbero arrivare alcune novità in casa granata e ad ammetterlo è proprio l’ex Real Albanova e Casertana.

In primis l’ex numero uno dei falchetti spezza una freccia verso l’ormai ex diesse Caso: “Mi dispiace per la questione Caso ma era la soluzione più giusta. Non ho mai capito dopo tanti anni che lo conosco questo suo atteggiamento nei miei riguardi e cosa di utile gli possa portare. In realtà non mi ha mai riconosciuto come presidente dell’Aversa creando una contrapposizione all’interno della società e tra i giocatori che nuoceva a tutti. Non mi aspettavo da lui questo, ma bastava un po’ di buona educazione per poter andare d’accordo. Naturalmente ognuno nel proprio ruolo. Purtroppo gli anni passano per tutti e le cose si vedono diversamente.

Altre questioni salienti riguardano il blocco degli stipendi e le multe ai calciatori per coloro che si faranno espellere o avranno in generale degli atteggiamenti irriguardosi: Ho parlato con la squadra e ho spiegato che non è solo Caso il problema. Fermo restando la tanta sfortuna avuta, se siamo in questa situazione sicuramente la maggior parte della colpa è da ricercare nei calciatori e dal loro atteggiamento arrendevole e poco impegnativo che in alcune partite hanno manifestato. Per cui ho comunicato che tranne un acconto dello stipendio che percepiranno, tutti i rimborsi sono bloccati fino alla fine di febbraio in cui avremo un quadro completo della nostra situazione. E se le cose non dovessero migliorare me ne daranno conto secondo i ruoli (il direttore generale Filosa, il tecnico Marasco e il capitano Pezzella potrebbero essere i primi). Ho spiegato ai calciatori che non c’è cosa che più mi innervosisce che determinati atteggiamenti per cui abbiamo stabilito un regolamento che punisce severamente con multe salatissime chi viene espulso o ha atteggiamenti irriguardosi verso i tifosi di casa o avversari, o frasi offensive o bestemmie perch√© portano solo un danno alla squadra e mi danno enormemente fastidio. Questo anche perch√© nel girone di andata abbiamo avuto otto giornate di squalifica per proteste e penso che ci siano costate anche care.

Talloni d’Achille per l’Aversa la questione tifoseria e stadio, che Corvino intende risolvere: “Relativamente ai tifosi, penso che dovremmo più pagare loro per venirci a vedere che il contrario. Ma non è possibile questo per cui abbiamo abbassato i prezzi portando la curva a tre euro e la tribuna a cinque. Sarà messo a disposizione per ogni trasferta un pullman gratuito per tutti i tifosi che vogliono seguirci per incitarci. Comunicheremo al più presto la persona e il numero di telefono a cui prenotare visto che ci sono alcune regole molto ferree nell’organizzazione delle trasferte da parte dei tifosi ospiti.

Una chiosa proprio sulla questione stadio: Spero di incontrare al più presto il Sindaco o l’Assessore allo sport di Aversa perch√© da parte del sottoscritto c’è voglia di illustrare il nostro progetto e risolvere la querelle per la vicenda ‚ÄòBisceglia’ una volta per tutte. Ringrazio altres√¨ l’Assessore Oliva che ha manifestato grande disponibilità nei nostri confronti e sono certo che insieme potremo fare qualcosa di costruttivo per l’Aversa Normanna.

Redazione

Condividi