Avellino. Le statistiche secondo Panini Digital

Si avvicina il giorno della verità. Sabato pomeriggio l’Avellino scenderà in campo, al Bentegodi di Verona, per sfidare l’Hellas Verona di Fabio Pecchia.

Dati alla mano, in queste tre giornate di campionato, i gialloblù hanno un solo precedente nel proprio stadio ed è proprio l√¨ che hanno conquistato la loro prima ed unica vittoria.

L’unica partita in trasferta degli irpini è quella contro la Virtus Entella, nella quale si è visto il peggior Avellino delle tre partite di campionato.

A differenza degli irpini, comunque, l’Hellas ha mostrato un andamento in discesa, mentre a squadra di Mimmo Toscano, fatta eccezione per la sola trasferta ligure, ha avuto finora un andamento costante.

Andando ad analizzare le statistiche di Panini Digital potremmo cercare di prevedere quanto accadrà sul campo da gioco.

Il Verona ha maturato un possesso palla pare al 60%, mentre l’Avellino non arriva al 39%. Un altro dato in favore del Verona riguarda il numero di tiri nello specchio di porta. I gialloblù sono a quota 5 gol fatti, contro il solo gol segnato dai biacoverdi nella prima giornata di campionato. √à stato sottolineato in diverse occasioni, come al momento il problema della squadra di Mimmo Toscano sia proprio quello di riuscire a finalizzare le azioni di attacco. Non solo per quel che riguarda il numero di gol realizzati, ma anche e soprattutto il numero di palle indirizzare nello specchio di porta.

Dal punto di vista della fase difensiva, le due squadre si equivalgono.

Sulla base di queste statistiche, per il Verona dovrebbe essere normale amministrazione riuscire a domare i lupi irpini. Il pallone, però, si sa non segue le statiche e le regole. Inoltre, la partita contro il Trapani ha evidenziato un netto miglioramento dell’Avellino in diversi aspetti del gioco. Ora bisogna solo vedere se il tecnico calabrese sia riuscito a far migliorare i suoi anche sotto il punto di vista offensivo.

Di sicuro, però, c’è che i Lupi dovranno fare molta attenzione agli attaccanti scaligeri. Fabio Pecchia, infatti, può contare su un reparto d’attacco di tutto rispetto con Pazzini, Ganz e Juanito Gomez che vengono preceduti dalla loro fama. A loro supporto ci sono altri giocatori di esperienza come Romulo e Siligardi.

Cristina Mariano

Condividi