Avellino-Casertana 3-1. Il derby va ai lupi, Maniero e Adamo stendono i falchetti

Il derby Avellino-Casertana si tinge di biancoverde. Gli irpini di mister Piero Braglia non si fermano più. I lupi, dopo l’ottima vittoria ottenuta in trasferta contro il Foggia, manda al tappeto anche la Casertana di Federico Guidi. L’Avellino si è imposto in rimonta tra le mura di casa del Partenio Lombardi con il risultato di 3-1, maturato grazie ad una super doppietta di Maniero e al gol di Adamo. Vana è stata la rete del momentaneo vantaggio dei falchetti con Icardi. Con l’importante successo nel derby, la squadra di Piero Braglia piazza la sua seconda vittoria di fila, nonché il quinto risultato utile consecutivo. Numeri che permettono all’Avellino salgono in seconda posizione a quota 13 punti, a -2 dalla vetta presidiata dalla Ternana.

SUCCEDE DI TUTTO NELLA PRIMA FRAZIONE

È un primo tempo spumeggiante, fatto di grande intensità ed emozioni continue, quello che si vede allo stadio Partenio Lombardi tra Avellino e Casertana. A partire subito con il piede sull’acceleratore è proprio la squadra padrona di casa. L’Avellino di mister Piero Braglia, dopo appena sette minuti di gioco, si rendono minacciosi con un colpo di testa di Maniero che Dekic respinge prontamente in tuffo. È ancora la compagine irpina al 9’ a mettersi in mostra con una conclusione dalla distanza di Fella, ma ancora una volta a metterci una pezza è l’estremo difensore dei falchetti. La risposta della Casertana di Federico Guidi arriva al 13’ con un tiro di prima intenzione di Fedato su cui si avventa D’Angelo in spaccata che a pochi passi dalla porta non centra il bersaglio. Subito dopo è proprio la squadra rossoblù a sfruttare l’inerzia del match, trovando la rete del vantaggio. Ad insaccare la palla in rete per i falchetti ci pensa Icardi con un bolide imprendibile per Pane. Al 18’ è l’Avellino a farsi avanti. Gli irpini vanno a caccia del pari con una violenta conclusione di Aloi, ma ancora una volta un provvidenziale Dekic dice no. Sulla respinta del portiere dei rossoblù si scaraventa Fella che da posizione invitante viene prontamente murato da Konate. Al 29’ è nuovamente la squadra biancoverde a provarci e a trovare la rete del pari con un ottimo stacco di testa a firma di Maniero, scaturito da una splendida pennellata di D’Angelo. Al 39’ è la Casertana sfiorare la rete del vantaggio con Icardi che a pochi passi dalla porta non riesce a centrare il bersaglio perché trattenuto da Rizzo. Questo, di fatto, spinge il centrocampista ad inveire nei confronti dell’arbitro, rimediando un cartellino giallo. Nel finale della prima frazione è proprio la strada della Casertana a mettersi in salita a causa dell’espulsione per doppia ammonizione di Hadziosmanovic. Nei minuti di recupero è l’Avellino a chiudere la prima frazione con una conclusione da fuori di De Francesco, ma Dekic fa buona guardia bloccando la sfera senza problemi.

L’AVELLINO SFRUTTA LA SUPERIORITÀ NUMERICA. MANIERO E ADAMO REGALANO LA VITTORIA AI LUPI

Nella ripresa è l’Avellino di Piero Braglia a partire forte, sfruttando a pieno la superiorità numerica. Dopo cinque minuti di gioco, gli irpini si portano ad un passo dal vantaggio con Miceli, il quale tira da posizione invitante che con una deviazione sfiora il palo. Poco dopo è Ciancio ad andare alla ricerca del gol, ma la conclusione del calciatore biancoverde non crea alcun pericolo a Dekic. La mole di lavoro profusa in avvio ripaga la squadra di Braglia che al 61’ trovano la rete del 2-1. A regalare il gol del vantaggio ai lupi è ancora una volta Maniero che si fa trovare pronto sulla respinta di Dekic, arrivata su conclusione di Adamo. Poco dopo è nuovamente la squadra di Braglia a rubare la scena. I lupi ci provano con ancora con un implacabile Maniero, che su sponda di Tito, calcia dritto in porta senza però creare alcun grattacapo a Dekic che fa sua la sfera. All’85’ l’Avellino prova ad archiviare la pratica Santaniello che va alla conclusione, ma la sfera vola sopra la traversa. L’Avellino insiste e all’88’ trova la rete del tris. A siglare il 3-1 è Adamo con uno spettacolare tiro al volo, propiziato dal buon cross di Tito. Gol che permette alla squadra di mettere in ghiaccio il match, portando a casa il derby.

IL TABELLINO DEL MATCH

AVELLINO-CASERTANA 3-1 ( 1-1 pt)

Avellino (3-5-2): Forte; Ciancio, Miceli, Rocchi; Rizzo (58’ Tito), Aloi (83’ Bruzzo), De Francesco (76’ Silvestri), D’Angelo, Adamo; Maniero (76’ Bernardotto), Fella (76’ Santaniello). 

A disposizione: Pane, Pizzella, Nikolic, Errico, Silvestri M., Burgio, Bernardotto, Santaniello, Tito, Bruzzo, Mariconda, Dossena. Allenatore: Piero Braglia.

Casertana (4-3-2-1): Dekic, Hadziosmanovic, Konate, Carrillo, Setola (65’ Ciriello); Petruccelli (44’ Petruccelli), Varesanovic (65’ Matese), Bordin; Izzillo, Icardi; Fedato (62’ Pacilli). 

A disposizione: Zivkovic, Avella, Longobardo, Petito, Buschiazzo, De Sarlo, Ciriello, Matese, Valeau, De Lucia, Pacilli. Allenatore: Federico Guidi.

Direttore di gara: Cristian Cudini di Fermo

Assistenti: Mattia Politi di Lecce — Riccardo Pintaudi di Pesaro

Quarto ufficiale: Francesco Cosso di Reggio Calabria

Ammoniti: Icardi (40’), Hadziosmanovic (40’, 41’), Miceli (43’), Rizzo (57’), Bordin (64’), Buschiazzo (95’), De Silvestri (95’)

Espulsi: Hadziosmanovic (41’)

Marcatori: Icardi (14’), Maniero (29’, 61’), Adamo (88’)

Recupero: 1’ (pt), 3’ (st)

 

 

Nunzio Marrazzo