Avellino. Al Partenio arriva il Foggia, obiettivo tornare a vincere

Dopo la sconfitta contro la Cremonese, si sono scaldati gli animi tra Novellino ed il Presidente Taccone, tutto appianato poi, già nella giornata di ieri, quando gli irpini si sono scontrati con la formazione Primavera, come da consueto test settimanale. A segno in quel caso Castaldo ed Asensio.

Rientrati i problemi fisici di D’Angelo, il capitano già da marted√¨ è rientrato in gruppo, mentre mancano nuovamente Radu e Marchizza per gli impegni con le rispettive nazionali. Gavazzi si è unito alla seduta di ieri con Scala, mentre i compagni in campo giocavano l’amichevole in famiglia Molina e Rizzato sono da valutare nel corso dei giorni, per un attacco febbrile il primo e per un risentimento muscolare il secondo.

Sabato arriverà il Foggia in Irpinia e Novellino potrà comunque contare sul ritorno di Bidauoi che ha scontato i turni di squalifica. Sarà una partita particolare per la quantità di ex, tra cui lo stesso Stroppa alla guida dei satanelli rossoneri. Al Partenio i pugliesi arriveranno con alle spalle la dolorosa sconfitta per 5 a 0 contro il Pescara e l’1 a 1 e dal pareggio contro l’Entella nella seconda giornata.

Quella con il Foggia per gli irpini sarà una prova importante per rimettersi in corsa tra le prime della classe e dimenticare subito la sconfitta contro l’ex Tesser. Una partita quella, ricordiamo, che sarebbe potuta finire in pareggio grazie al gol di Asencio, annullato per un fallo inesistente.

I precedenti non parlano a favore degli irpini, quanto meno quelli giocati in B, infatti l’ultima vittoria in cadetteria risale all’anno 1976. Negli impegni più recenti in Serie C è stata la formazione biancoverde a sorridere di più. Ma questa è un’altra stagione ed un’altra storia.

Al Partenio l’obiettivo è vincere, per spegnere sul nascere qualsiasi polemica.

Cristina Mariano