Audax Cervinara. Mennitto non sarà il nuovo ds: “Squadra competitiva, ma che non avrei sentito mia”

Il futuro di Francesco Mennitto non sarà in quel di Cervinara. Il direttore sportivo, accostato dalla nostra redazione alla società caudina, da qualche giorno era a lavoro per l’Audax Cervinara. Dopo un’attenta riflessione l’ex dirigente di Savoia e Nola deciso di non iniziare la stagione, seppur lasciandosi in ottimi rapporti con la società cara al presidente Michele Giordano, che si sta adoperando tanto per dare stabilità e tranquillità alla squadra.

Il ds ha affidato i suoi pensieri in un post pubblicato sul suo profilo Facebook: “Ci tenevo a ringraziare pubblicamente il Presidente dell’ Audax Cervinara 1935 Dott. Michele Giordano , il Mister Pasquale Ferraro e tutta la dirigenza e lo staff dell’ Audax per l’opportunità concessami, offrendomi la direzione sportiva della propria squadra. In otto giorni ho avuto modo di conoscere persone perbene , appassionate e soprattutto legate a questi colori, nello specifico il Presidente si è prodigato con ulteriori sforzi, per garantire la competitività della squadra e per affrontare il campionato da protagonisti. Mio malgrado, ho ritenuto opportuno non accettare l’incarico con la speranza, spero non vana, che si possa sbloccare qualcosa in serie D ed anche perché avrei assunto la direzione sportiva di una creatura che seppur altamente competitiva non avrei sentito ” mia” . Grazie ancora e Forza Audax “

Raggiunto dalla nostra redazione, Mennitto ha ribadito alcuni concetti: “Non ho chiuso l’accordo, ma ci tengo a ringraziare il presidente Giordano per l’opportunità datami, ma anche mister Ferraro che mi ha voluto a Cervinara. La mia volontà sarebbe quella di restare in D. Ovviamente valuterei anche l’Eccellenza, ma con la voglia di sposare un progetto che inizi a fine campionato per poter crostruire qualcosa che sentirei più mia. Ribadisco che la società si è comportata egregiamente ed ha ascoltato le mie perplessità di avere una creatura che non sentirei mia. Ci siamo lasciati benissimo, magari in futuro le nostre strade possono benissimo incrociarsi ancora una volta”.

Condividi