Atletico Madrid-Napoli 2-1. Audi Cup: Niente finale per gli azzurri

Da sottolineare la bella coreografia in campo che ha dato inizio all’Audi Cup. Nel primo tempo è stato il Napoli di Maurizio Sarri, quest’oggi in maglia gialla, a dettare legge con un ottimo possesso palla è un buon pressing. Mentre l’Atletico Madrid ha aspettato il club partenopeo nella propria metà campo con l’intento poi di ripartire in contropiede. La prima occasione infatti arriva proprio per gli azzurri, al 16esimo , con un tiro/cross da calcio angolo del terzino algerino Faouzi Ghoulam, che con il suo sinistro ha messo in serie difficoltà Oblak, che però la respinge. Al 25esimo arriva anche la risposta degli spagnoli, questa più pericolosa, con un bel cross di Felipe Luis che trova la testa dell’attaccante francese Griezmann, il quale la indirizza dritto nell’angolo, ma Reina effettua una parata strepitosa sia sull’ex Real Sociedad che sulla ribattuta di Gaitan. Pochi secondi dopo l’Atletico trova un’altra imbucata dove manda in porta ancora il francese numero 7, che calcia senza trovare però lo specchio della porta. Al 27′ l’arbitro Benjamin Brand ferma il gioco per cambiare la sfera di gioco bucata a causa di un tentativo di tiro del capitano azzurro Hamsik. Due minuti dopo il difensore rumeno Chiriches calcia un tiro violento ma impreciso da lontano, senza trovare la porta. Pochi minuti dopo l’arbitro Brand fischia calcio di rigore al Napoli per un fallo netto su Callejon. A calciare il penalty e il polacco Milik, che sfortunatamente sbaglia. Al 44′ altra occasione per il Napoli che con la classica azione di Insigne non trova il goal del vantaggio.

Nella ripresa l’Atletico approccia diversamente rispetto al primo tempo. Infatti al 53′ arriva una conclusione di Koke, che non trova la rete. Ma al 56′ il Napoli passa in vantaggio con un grandissimo goal di Callejon su un buon assist di Ghoulam. Un minuto dopo la rete degli azzurri, l’Atletico tenta subito di riportare in parità il match con un tiro di Griezmann che non angola bene e manda fuori il pallone. Al 63′ il Napoli sfiora il raddoppio con un ottimo tiro su punizione del belga Mertens (entrato al posto di Milik), il quale trova un bel gesto tecnico dell’estremo difensore Oblak. Al 67′ il club partenopeo sfiora ancora la rete con una gran sinistro di Ghoulam, ma anche questo parato dal portiere avversario. Poco dopo l’Atletico sciupa l’occasione per pareggiare il match con un colpo di testa di Godin che sbaglia davanti alla porta. Al 72′ però gli uomini di Simeone agguantano il pareggio con un azione puramente casuale che ha visto Torres protagonista nel battere in rete. Dopodich√© all’81esimo gli spagnoli passano in vantaggio con la rete realizzata da Vietto. Dopo un po’ la partita si incattivisce, infatti all’88esimo Godin rimedia una doppia ammonizione (fallo precedente su Mertens) per un brutto fallo ai danni di Ounas, il quale è uscito molto dolorante dal campo. Nei minuti recupero il Napoli ha cercato con un colpo di testa del senegalese Koulibaly il goal del pareggio, senza però trovarlo, uscendo difatti sconfitto dal campo. Quindi domani il club azzurro affronterà nella finale terzo quarto posto una tra Bayern Monaco e Liverpool.

Nunzio Marrazzo

Condividi