Ascoli-Avellino 3-4. Festa del gol al “Del Duca”, gli irpini conquistano i tre punti

Nella trentunesima giornata di Serie B, l’Avellino è sceso in campo al “Cino e Lillo Del Duca” casa dell’Ascoli. Un sali e scendi, una gara dal sapor di motomondiale con accelerate e sorpassi, prima l’Avellino in doppio vantaggio, poi l’Ascoli rimonta e supera gli irpini tutto nel primo tempo. Nella ripresa arriva la rimonta degli uomini di Tesser, che nel finale riassaporano la gioia della vittoria. Finisce 3-4 al “Del Duca”, trasferta positiva per i lupi.

LA GARA – Rispetto alle probabili formazioni Tesser schiera Insigne dall’inizio invece del belga Bastien, mentre tra le fila dei bianconeri Petagna parte dalla panchina, Devis Mangia opta per un modulo ad una punta, un 4-5-1-1 per ingabbiare le sortite offensive dei lupi. All’avvio i bianconeri cercano subito di imporre il loro gioco grazie alla spinta del pubblico amico. Gli uomini di Mangia confezionano subito due occasioni da rete, che però non vengono sfuttate al meglio. L’inerzia della gara sembra dire Ascoli, ma l’Avellino è attento e costruisce man mano le proprie giocate. Al decimo la gara si sblocca con il colosso d’ebano Mokulu che, servito da insigne sul filo del fuorigioco, beffa Lanni. I bianconeri provano l’immediata reazione scoprendo spesso il fianco. La squadra di Mangia lascia spazi in cui si inserisce Insigne, l’attaccante napoletano serve Mokulu che tutto solo realizza il raddoppio, mettendo a segno una doppietta. I padroni di casa non mollano e continuano a proiettarsi in zona d’attacco e riescono a riaprire la gara con una rete di Jankto, abile a ribattere in rete da fuori area una respinta del palo su tiro di Canini. La gara scorre via con le squadre che continuano a lottare sul terreno di gioco. Al 34′ l’Ascoli trova il pareggio, ma la rete di Cacia non è regolare per posizone di fuorigico e il direttore di gara, giustamente, annulla. Dopo appena quattro minuti, un errore difensivo di Biraschi, favorisce Cacia, questa volta la posizione dell’attaccante è buona, e arriva il pareggio dei bianconeri. La rete subita stordisce gli avellinesi e galvanizza l’Ascoli, infatti, gli uomini di Mangia compiono la rimonta grazie alla doppietta di Cacia, con un tiro che non lascia scampo a Frattali. Si va a riposo con l’Avellino in svantaggio facendosi rimontare il doppio vantaggio dai bianconeri.

Nella ripresa, Migliorini subentra a Paghera, con Jidayi che sale a centrocampo. Ma è proprio il nuovo entrato che si rende protagonista di una disattenzione difensiva, ad approfittarne è Cacia che per poco non realizza il 4-2. Gioca bene l’Ascoli che prova costantemente ad ammazzare la partita, ma questa volta, come è successo nel primo tempo, chi è in vantaggio viene riacciuffato. L’Avellino trova il pareggio con Insigne che, su di un lancio dalle retrovie da parte di Biraschi, sfrutta a sponda di Castaldo e batte Lanni. Nuova occasione per gli irpini, protagonista la premiata ditta Insigne-Mokulu, con il belga che cade in area e reclama un calcio di rigore, ma Saia lascia proseguire. Continua il botta e risposta tra biancoverdi e bianconeri con la partita che non si sblocca dalla parità. Nel finale di gara arriva la rimonta avellinese, Mitrea in area di rigore tocca la sfera con la mano, per Saia non ci sono dubbi è rigore. Dagli undici metri si presenta capitan Castaldo che spiazza Lanni e firma il sorpasso. Finisce cos√¨ la gara del “Del Duca”, un’altalena di emozioni e gol, che vede il ritorno alla vittoria dell’Avellino.

Il tabellino della gara

ASCOLI – AVELLINO: 3-4 (3-2 pt)

Ascoli (3-5-1-1): Lanni; Cinaglia (80′ Mitrea), Milanovic, Canini; Almici (67′ Petagna), Giorgi (80′ Benedicic), Bianchi, Addae, Dimarco; Jankto; Cacia. A disp.: Svedkauskas, Doudou Mangni, Carpani, H’Maidat, Altobelli, Del Fabro. All.: Mangia

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Pisano (82′ Pucino), Jidayi (86′ Rea), Biraschi, Visconti; Arini, Paghera (46′ Migliorini), Gavazzi; Insigne; Castaldo, Mokulu. A disp.: Offredi, Nica, Tavano, Joao Silva, Sbaffo, Basti√©n, Chiosa. All.: Tesser.

direttore di gara: sig. Francesco Paolo Saia di Palermo
assistenti: sig. Francesco Disalvo di Barletta e sig. Gaetano Intagliata di Siracusa
quarto uomo: sig. Antonello Balice di Termoli

marcatori: 10′, 17′ Mokulu (AV), 24′ Jankto (AS), 39′, 43′ Cacia (AS), 88′ rig. Castaldo (AV)

ammoniti: Giorgi (AS), Visconti (AV), Migliorini (AV), Mitrea (AS)

espulsi:

corner: 10-2

recupero: 2′ pt, 5′ st

note: 11239 spettatori

A cura di Gianfranco Collaro per SportCampania.it