AreAvellino. Urge un attaccante: sterilità offensiva

Tra le sconfitte subite in questa metà stagione dall’Avellino, quella di ieri probabilmente rientra nel primato delle non meritate. Un gol subito sull’unica defaiance difensiva della partita.

Una marcatura arrivata al 12′ e che non è stata recuperata. L’Avellino pure aver creato molto, soprattutto nel secondo tempo, non ha mai realmente messo in pericolo l’inviolabilità della porta difesa da Di Gennaro.

Irpini scialbi in fase offensiva nonostante l’alto tasso di attaccanti presenti: Castaldo, Ardemagni, Bidauoi, Molina tutti insieme per quasi tutta la ripresa. L’ex Perugia, però, si conferma non al massimo, da capire se a livello fisico o mentale, la sua presenza non muove gli equilibri e non è decisiva per andare in gol.

Castaldo ci prova, ma sono per lo più occasioni velleitarie fatta eccezione per il gol, poi, annullato. Novellino, dal canto suo, prova a trovare una soluzione, che possa sbloccare la situazione, ma nonostante l’ennesimo modulo proposto, l’attacco non decolla.

Poco da eccepire: il mercato inizierà tra circa nove giorni e la priorità assoluta è trovare un attaccante che garantisca continuità e gol.

Cristina Mariano

Condividi