ANTEPRIMA. Nenè figliol prodigo a Saviano?!

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano‚Ķ cos√¨ cantava Venditti in uno dei suoi ritornelli più famosi. Ma l’amore vero tra il Saviano C5 e il bomber Nenè non si è mai concretizzato, infranto prima di consumarsi, un sogno spezzato prima di entrare nel vivo dell’azione.

A distogliere il cuore e, soprattutto, i piedi di Nenè, ci aveva pensato il progetto di fare la serie B a Marigliano, con tanti calcettisti della zona. Un altro miraggio sciolto. Allora Nenè, Giacomo Ciabatta per gli annali, si ritrova di nuovo solo. A combattere con i suoi sbagli e i suoi pentimenti. Chi potrà mai condannare un giocatore, un ragazzo che ci ripensa per cercare una categoria rincorsa da anni e sempre sfumata? Non esiste un Tribunale speciale per i crimini contro i rimpianti nello Sport, n√© la dirigenza neroverde vuole vestire i panni del Giudice.

Allora ecco riaprirsi una speranza, un piccolo varco che conduce al Crocelle di Saviano, il teatro dei sogni dei lupi savianesi. Un roster di tutto livello che cerca il colpo per chiudere una campagna già da prime pagine. Mister Giugliano attende l’ultima pedina, che sia quella che era scivolata giù dallo scacchiere?

Condividi