Amarante e il dopo Spes: “Esperienza indimenticabile. Voglio il meglio per me”

Uno dei calciatori campani in giro per la nostra penisola, tra gol e assist senza farsi mancare doti tecniche niente male. Ormai verso lo svincolo abbiamo raggiunto Salvatore Amarante, ecco le sue dichiarazioni.

“Quella appena terminata è stato un esperienza indimenticabile, entrare a far parte a dicembre in una squadra fuori regione che veniva dalle parti bassi della classifica ma che con l’avvento del nuovo presidente voleva risalire la china in modo veloce, era una sfida importante che ho subito accettato perché come si suol dire le cose difficili sono quelle più belle e in fine dei conti siamo riusciti a sognare quasi la promozione a 3 giornate dal termine, ove poi tutto è sfumato per alcuni punti persi visto che nel Lazio i playoff in Prima Categoria non si disputano”.

Il calciatore oplontino aggiunge: “Infine è stata una bellissima esperienza, dove ho cercato di far il meglio in ogni partita. Non sono riuscito ad andare in rete ma ho servito diversi assist per i miei compagni di squadra in diverse partite . Mi porto dietro tante conoscenze di calciatori e persone importanti che sin dal primo giorno mi hanno accettato nella loro famiglia come se ci conoscessimo da una vita”.

Le richieste di certo non mancano: “In questa nuova sessione di mercato sto ricevendo diverse chiamate sia in Campania che fuori regione, sia in Promozione che Eccellenza e con calma sto valutando in base alle mie esigenze, ma per il momento mi reputo un giocatore della SPES Poggio Fidoni fino al 30 giugno e la Spes resterà sempre la mia priorità ,visto che nei miei confronti sono stato esemplari iniziando dal Presidente Diego Leoncini fino a tutto lo staff dirigenza e squadra. Intanto mi fa piacere che in giro si parla bene di me, ciò significa che negli anni i miei impegni li ho mantenuti in ogni circostanza”.

Sul suo futuro: “Per il futuro ti dico che voglio il meglio per me perché so di dare il meglio per i colori con la quale scenderò in campo,che sia Promozione o Eccellenza non cambia la sostanza, l’importante è ereditare un buon progetto dove ci sono ambizioni e obbiettivi importanti”.

Obiettivi personali e ricordi dell’ultima stagione: “La mia ambizione più grande è quella di migliorarmi giorno per giorno e di affidare tutto al destino perché infondo come nella vita anche nel calcio mai dire mai. In questa stagione ci sono stati tanti ricordi indimenticabili per me, partendo dalle 9 vittorie consecutive che abbiamo messo insieme alle vittorie che abbiamo ottenuto con le prime dell classe in casa loro, ma quello che mi è rimasto in mente è la vittoria maturata fuori casa con il Colle Salario,con una delle squadre a mio parere più forti del campionato. Venivamo da un momento no psicologicamente, è siamo scesi in campo con voglia di far bene e dal primo minuto abbiamo dettato legge e portato a casa 3 punti importantissimi”.

Soazio a qualche rimpianto: “Ci sono tanti rimpianti in questa stagione, i punti persi contro squadre alla nostra portata e che in fondo sono stati punti che ci hanno condannato a non finire il Campionato nelle prime posizioni”.

In conclusione: “A livello personale in vista della nuova stagione, ho ottime sensazioni. Ho iniziato già ad allenarmi con un gruppo di svincolati, questo per rimanere in forma e farmi trovare pronto qualsiasi cosa mi aspetterà.Quello che prometto è il mio massimo impegno e la mia professionalità oltre tutto ma ti ripeto per ora sono un calciatore della spes Poggio Fidoni, sperando di trovare un accordo per il rinnovo”.