Alfaterna-Santa Cecilia 1-0- Gialloblu bloccati a Siano

Il Santa Cecialia viene bloccato dall’Alfaterna Pagani. A decidere il match è Somma sul finire del primo tempo.

IL MATCH – Inizia male la squadra ospite, che viene pressato dall’Alfaterna nella propria metà campo. Nei primi minuti è già grande occasione per la formazione casalinga, con Marrazzo. Guarnaccio c’è e blocca tutto. Un quarto d’ora più tardi ancora miracoloso il portiere ospite, che salva su Somma. Il Santa Cecilia è in seria difficoltà e riesce a farsi vedere in avanti solo nella seconda metà della prima frazione di gioco. Ci provano Kone e Criscuolo. Nel momento migliore della squadra di mister Balzano arriva il gol de Somma. Guarnaccio non può niente. L’attaccante della formazione di casa la piazza nel sette.

Nella ripresa subito cambi per entrambe le formazioni. L’Alfaterna si culla su vantaggio, mentre gli ebolitani pressano alla ricerca del pareggio. Grande occasione per Genovese, che però si mangia il gol. Pochi minuti più tardi ancora Genovese, ma un grande Benevento devia in angolo. Sugli sviluppi Kone la manda fuori. Gli ospiti cercano di trovare lo spazio giusto per pareggiare i conti, ma un’abile Alfaterna riesce a resistere. L’ultima occasione è ancora gialloblu: Benevento anticipa Marantino e si salva.

Termine 1 a 0. Il Santa Cecilia esce sconfitto dal “G. Leo”, restando a quota sei punti e occupando la quarta posizione in attesa degli altri risultati.

Al termine del match, il Presidente Donato Domini ha rilasciato alcune dichiarazioni per la nostra redazione: “Della sconfitta non ne farei certamente un dramma, perch√© se l’Alfaterna Pagani è una delle squadre accreditate alla vittoria finale, posso affermare in maniera fiera che anche noi possiamo inserirci nel discorso promozione. Il primo tempo è stato prevalentemente di marca paganese, ma, soprattutto nella ripresa abbiamo tenuto il pallino del gioco creando molte occasioni che purtroppo non abbiamo finalizzato. Il loro pregio rispetto a noi è stata la determinazione, quella cattiveria calcistica che ha fatto pendere l’ago della bilancia leggermente dalla loro parte”.

Cristina Mariano

Condividi