Afragolese. Emergenza Coronavirus, stop anche per i rossoblù

Da oramai qualche tempo, tutti noi dobbiamo fare i conti con questa nuova epidemia di influenza, che giorno dopo giorno, sta mettendo in ginocchio non solo il nostro paese, ma anche tutto il mondo, assumendo, col passare del tempo, sempre più la connotazione di pandemia. Come tutti gli altri settori, anche il mondo del calcio ha dovuto iniziare a fare i conti con questa nuova minaccia e, a partire dalle serie professionistiche, siamo stati “spettatori” (si fa per dire) di tutta una serie di vicende che hanno portato il capo del governo Conte a dichiarare tutta la penisola come zona rossa. Niente più aperitivi, niente più cene fuori, niente uscite in compagnia. Come prima accennato, da queste disposizioni non è stato esonerato il mondo dello sport: palestre chiuse, piscine chiuse, e, in un primo momento, partite a porte chiuse, e alla fine, visto l’alto rischio di diffusione del Covid19, manifestazioni sportive sospese fino a nuovo ordine.

Da un po’ di tempo a questa parte, attraverso i vari mezzi di comunicazione, ha iniziato a circolare un nuovo hashtag (che tanto vanno di moda tra i giovani e non solo): #iorestoacasa. Fra le compagini nostrane, anche la capolista del girone A del campionato di Eccellenza Campana, L’Afragolese 1944, ha voluto comunicare, attraverso i propri social, che in seguito allo Stop di tutti i campionati fino al 3 aprile 2020, verranno sospesi, fino a data da destinarsi, tutte le sedute di allenamento della squadra. La priorità della società (come si legge nel comunicato) è in assoluto il bene comune e la salute di tutti.

 

Giovanni Tafuto