Virtus Liburia PT. Secondo pareggio e amarezza direzione arbitrale

Dopo il secondo pareggio consecutivo la società in tutte le sue componenti resta profondamente rammaricata dalla direzione arbitrale.

Non è nella cultura sportiva della Virtus Liburia PT parlare degli arbitri e della loro direzione ma e doveroso in questo momento alzare la voce perché se la nostra disponibilità ed il nostro aprire le porte con gentilezza e massima lealtà sportiva nei confronti delle società che affrontiamo e dei direttori di gara deve essere calpestata noi non ci stiamo.

Contro il Qualiano siamo Stati lesi dalla direzione del signor Beraldi annullando un goal regolare al 30° del primo tempo e continuando la direzione in modo saccente e irritante nei confronti dei nostri tesserati. Ieri il signor Marra non assegna la massima punizione nessun dei quattro interventi a limite accaduto in aria dell’Alvignanese, almeno due di una facilità di chiamata disarmante. A questo punto ci chiediamo.

Si mandano ragazzi a fare esperienza a danni delle società oppure c’è altro. Quest’anno la società, come già da tre a questa parte, disputa non solo il campionato di Prima Categoria ma anche quello di Terza Categoria, quindi il nostro impegno e Massimo nei confronti sia dei ragazzi che della Federazione ma pretendiamo rispetto..

Non chiediamo favorì ma solo di essere rispettati con arbitri all’altezza di sacrifici che facciamo. Siamo una società che ama il calcio in tutte le sue componenti rispettiamo la Federazione gli avversari e gli arbitri ma in questo momento di grande rammarico gridiamo fortemente BASTA.

Ritireremo tutte le squadre da tutti i campionati, falsandoli per dare un segnale forte, se non ci sarà rispetto nei nostri confronti come noi lo diamo a chiunque incontriamo sui campi di calcio della regione. Siamo costretti a fare questo comunicato per evitare di cambiare la nostra indole di amanti del calcio e diventare ciò che a noi non ci appartiene, preferiamo divertirci con altre Federazione che buttare soldi con chi non ci rispetta.

Con questo comunicato la VIRTUS LIBURIA ordina a tutti i propri tesserati un rigoroso silenzio stampa