Vigilia di Casertana-Avellino. Le dichiarazioni di Ginestra e Capuano

Giornata di conferenza stampa per gli allenatori di Casertana e Avellino, due squadre che domani si affronteranno all’Alberto Pinto di Caserta per la 15a giornata del Girone C di Serie C. Cominciamo subito cone dichiarazioni di Ciro Ginestra,allenatore dei falchetti.
“Domani non saranno della gara gli infortunati Castaldo, Cavallini, Lezzi e Lame. Probabilmente ci sarà Zito tra i convocati, anche se è al 50%. Di certo sarò felice quando farò una partita senza infortunati. Al di là di questo, domani mi aspetto il pubblico delle grandi occasioni, sarà una guerra calcistica in campo. Saranno importanti le motivazioni, vincerà chi ne avr√° di più. L’Avellino è una squadra forte,affamata di punti e formata da giocatori di categoria e con un allenatore che conoscono tutti per la sua preparazione e per stile di gioco. Dobbiamo stare attenti,giochiamo a casa nostra,abbiamo tanto da perdere vero,ma vogliamo vincere. Tutte le sconfitte fanno male, e in un derby sarebbe ancor di più dolorosa. Siamo a 2 punti dai playoff e a 4 dai playout, vincere domani sarà un altro mattone per costruire il nostro edificio che sar√° completo solo con la salvezza raggiunta. Noi ci chiediamo ogni giorno i motivi degli infortuni; sino a quando abbiamo lavorato al Pinto non è successo praticamente nulla, poi sul sintetico è cambiato tutto:non sto allenando come mi piacerebbe fare. Devo risolvere il problema prima possibile. Per me la salvezza equivale alla vittoria del campionato, attraverso anche la crescita dei giovani e in questo gruppo ce ne sono tanti. Mi confronto ogni giorno con Floro Flores e valuto con lui l’utilizzo. Se c’è il campo pesante e dovesse avere problemi, la responsabilità è mia; ma stiamo studiando più soluzioni vista anche l’assenza di Castaldo e di Cavallini. Girare a 23-24 punti al termine del girone di andata sarebbe importantissimo, cos√≠ potremmo anche pensare a qualcosa in pi√∫. Sono arrabbiato per i due punti persi con la Viterbese, ora dobbiamo recuperare punti anche nelle gare più difficili,a partire da domani. Malgrado la sconfitta, domenica con la Reggina abbiamo avuto i complimenti, probabilmente quando fai giocare i giovani succede,soprattutto quando metti in difficolt√° le pi√∫ forti di te. Abbiamo bisogno di gente di esperienza che dia una mano ai pi√∫ giovani nei momenti difficili, l’anno scorso ce ne erano tanti ma quest’anno solo 4 di cui 2 infortunati. Vincere domani sarà importante per tutti”.

Poi il turno di Ezio Capuano:”Dobbiamo ritrovare il risultato positivo, le prestazioni stanno migliorando di partita in partita. Abbiamo preparato bene la gara di domani, come sempre. Giocheremo contro una squadra forte ed esperta, oltre ad essere allenata da un’ottimo allenatore come Ginestra. Nel calcio gli episodi indirizzano le partite, speriamo che ci giri bene a noi. Io sono sempre me stesso, quando c’è da sgridare o esaltare un giocatore, io lo faccio. Il campionato è lungo, stiamo sulla strada giusta per raggiungere l’obiettivo. Ci sono dei giocatori con qualche acciacco, ma stringeremo i denti. La Curva Sud di Avellino è una delle più belle d’Italia, mi dispiace di questa situazione. E’ il periodo più difficile della storia recente biancoverde. Domani scenderemo in campo per conquistare un risultato positivo e dare una gioia ai nostri tifosi. In questo momento noi stiamo pagando la preparazione non fatta in estate perchè la squadra è stata costruita in ritardo. Il derby lo vincerà chi porterà l’episodio a proprio favore e nelle ultime gare noi non siamo riusciti a farlo. Non stiamo pensando al mercato. Charpentier non può andare via, solo l’Avellino può decidere il suo futuro. Rossetti è in difficoltà, è giovane. Anche da lui mi aspetto qualcosa in più, come ad inizio campionato quando non c’ero io. Karic è un giocatore che gioca poco con la squadra, deve cambiare mentalità”.