Vico Equense. Primo posto certo, respinti i ricorsi di Torrecuso e Calpazio

Dopo i fatti del 9 maggio scorso, con i ricorsi da parte del Torrecuso Calcio e della ASD Calpazio seguiti alla decisione della Commissione Disciplinare Territoriale della Campania, che si esprimeva sulla partita Vico Equense 1958 – Calpazio, in cui la posizione di un tesserato del Vico, Angelo Teta, è risultata essere irregolare, l’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI, dopo poco più di un mese ha espresso il suo verdetto, decidendo per la non ammissibilità dei suddetti ricorsi delle due società sopra citate e con la conferma della vittoria e della conseguente promozione in serie D del Vico Equense.

Dopo un mese travagliato la società biancazzurra vuole solo guardare al futuro, con la consapevolezza che il peggio è passato. Nei prossimi giorni partirà la nuova campagna abbonamenti e la stesura di nuove strategie per dare alla città una squadra ambiziosa di risultati.

Condividi